Dpcm 3 dicembre: le limitazioni per le feste di Natale e fino al 15 gennaio

Dpcm 3 dicembre le limitazioni per le feste di Natale e fino al 15 gennaio

(foto Shutterstock)

Divieti di spostamento durante le festività, apertura di bar e ristoranti a pranzo, chiusure dei centri commerciali nei festivi e prefestivi, scuola in presenza dal 7 gennaio. Tutte le regole dal 4 dicembre

Il Presidente del Consiglio è intervenuto con un nuovo dpcm per disciplinare gli spostamenti dei cittadini nel periodo natalizio e in occasione delle principali festività, al fine di limitare i contagi da Covid-19.
I centri commerciali rimarranno chiusi nei giorni festivi e prefestivi, si tornerà a scuola in presenza dal 7 gennaio. Sono previste nuove regole per chi fa ingresso in Italia dall’estero.

Il
dpcm è in vigore dal 4 dicembre al 15 gennaio. Le previsioni per le feste natalizie, invece, saranno in vigore dal 21 dicembre al 6 gennaio.
Vediamo nel dettaglio le principali novità.

Limiti agli spostamenti: 25 e 26 dicembre e 1 gennaio divieto anche tra comuni diversi

Dal 21 dicembre al 6 gennaio è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome. Il 25, 26 dicembre e il 1 gennaio è vietato inoltre ogni spostamento tra comuni. Sono sempre consentiti gli spostamenti per comprovate esigenze di lavoro, necessità o salute, ed è consentito il rientro alla residenza, domicilio o abitazione.

Rimane il coprifuoco dalle 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo. Il 1 gennaio è esteso fino alle ore 7.00.

Arrivi dall’estero: quarantena obbligatoria

Chi fa ingresso in Italia da un altro paese europeo tra il 21 dicembre e il 6 gennaio o chi fa ingresso in Italia dopo aver transitato o soggiornato in questo periodo in un altro paese europeo, per motivi diversi da lavoro, urgenza, salute, studio, rientro al proprio domicilio o ricongiungimento familiare, è tenuto a sottoporsi a un periodo di quarantena di 14 giorni all’ingresso in Italia.

Attività commerciali: aperte in base alle zone

Le misure riprendono la precedente disciplina del dpcm del 3 novembre che ha introdotto la distinzione in zone gialle, arancioni e rosse, con riferimento alle limitazioni sulle aperture delle attività commerciali. Queste ultime dipendono infatti dalla zona di appartenenza della Regione dove sono ubicate.

Centri commerciali: chiusi nei giorni festivi e prefestivi

Fino al 6 gennaio 2021 l’esercizio delle attività commerciali al dettaglio è consentito fino alle ore 21.00.

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali all’interno dei mercati e dei centri commerciali e parchi commerciali, aggregazioni di esercizi commerciali ed altre strutture assimilabili, a eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole.

Bar e ristoranti: sempre aperti a pranzo, anche durante le feste

Bar e ristoranti resteranno aperti a pranzo anche a Natale, Santo Stefano, Capodanno e l’Epifania. Rimane fermo l’orario di apertura limitato dalle 5 alle 18 e consumo al tavolo consentito per un massimo di quattro persone per tavolo,se non conviventi.

Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri ospiti

A Capodanno la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive è ammessa solo con servizio in camera.

Scuole superiori: dal 7 gennaio si torna in presenza

Fino alle festività natalizie, le lezioni delle scuole superiori rimarranno interamente a distanza. A partire dal 7 gennaio, sarà invece garantita la metà delle lezioni in presenza.

Università: esami e lauree dal vivo

Ritornano le lezioni in presenza, oltre che per i corsi del primo anno, anche per le classi con un numero ridotto di studenti. Una importante novità è la previsione del ritorno degli esami e delle sessioni di laurea dal vivo, sempre nel rispetto dei protocolli e delle linee guida.

Stagione sciistica: impianti chiusi sino al 6 gennaio

Rimangono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici, che riapriranno il 7 gennaio 2021, con l’adozione delle linee guida e dei Protocolli adottati dalle Regioni e Province autonome e validati dal Comitato Tecnico Scientifico.

Crociere: divieto di partenza e ingresso

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 sono sospesi i servizi di crociera da parte delle navi passeggeri di bandiera italiana, aventi come luoghi di partenza, di scalo ovvero di destinazione finale porti italiani. È inoltre vietato fare ingresso nei porti italiani alle società di gestione, agli armatori e ai comandanti delle navi passeggeri di bandiera estera impiegate in servizi di crociera.

 

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli