Lavoratori dipendenti: le tutele nella fase 2

(foto Shutterstock)

Estensione della durata delle casse integrazioni, divieto di licenziamento, proroga dei rapporti a tempo determinato, emersione dei contratti di lavoro e Fondo nuove competenze.

Estensione della durata delle casse integrazioni, divieto di licenziamento, proroga dei rapporti a tempo determinato, emersione dei contratti di lavoro e Fondo nuove competenze.

ESTENSIONE DELLE CASSE

Sono stati aumentati i fondi a finanziamento delle casse integrazioni: infatti il decreto Rilancio ha previsto la proroga delle settimane richiedibili dal datore di lavoro che accede alla cassa integrazione ordinaria (CIGO), al fondo di integrazione salariale (FIS) e alla cassa integrazione in deroga (CIGD).

A patto che siano già state fruite le 9 ordinarie sarà possibile usufruire di ulteriori 5 settimane da usare nello stesso periodo e cioè dal 23 febbraio al 31 agosto 2020.
Una volta terminate anche le 5 settimane aggiuntive il datore potrà
richiedere ulteriori 4 settimane a copertura del periodo 1° settembre – 31 ottobre 2020.
Le quattro settimane potranno essere anticipate, e cioè usate prima del 1° settembre 2020, se il datore che le richiede appartiene al settore del turismo, fiere e congressi, parchi divertimento, spettacolo dal vivo e sale cinematografiche.

DIVIETO DI LICENZIAMENTO

I datori di lavoro non potranno procedere a forme di licenziamento per motivi oggettivi e licenziamento collettivo fino al 17 agosto 2020 (ovvero il termine dei 5 mesi in cui il divieto opera, e cioè a far data dal 17 marzo 2020).

In caso di licenziamento in spregio del divieto, il Giudice potrà condannare la società alla reintegra del lavoratore e al risarcimento del danno, a prescindere dalle dimensioni aziendali, e quindi anche in caso di aziende con meno di 15 dipendenti, trattandosi di ipotesi di nullità del licenziamento.

Gli unici licenziamenti possibili sono quelli per giusta causa e per giustificato motivo soggettivo e cioè per ragioni riguardanti comportamenti gravi tenuti dal lavoratore.

PROROGA DEI RAPPORTI A TEMPO DETERMINATO

I contratti di lavoro a termine per cui normalmente è prevista la presenza di una specifica causale per la proroga oltre i 12 mesi e ad ogni rinnovo, potranno essere prorogati fino al 30 agosto 2020 senza l’apposizione di specifica causale.
Rimane fermo il limite massimo della durata complessiva del rapporto a tempo determinato di 24 mesi.

EMERSIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO E LA LORO REGOLARIZZAZIONE

Il governo ha previsto la possibilità per i datori di lavoro italiani, di uno stato membro UE, o stranieri, di concludere contratti di lavoro subordinato con cittadini stranieri, i quali potranno richiedere un permesso di soggiorno temporaneo della durata di 6 mesi, il tutto in deroga alle ordinarie previsioni.

Attraverso apposita domanda, i datori di lavoro che intendono stipulare un nuovo contratto con cittadini stranieri presenti in Italia soggiornanti irregolarmente o che vogliono dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro in nero potranno regolarizzare le loro posizioni.

Sarà infatti possibile presentare istanza già dal 1° giugno e fino al 15 luglio 2020 coinvolgendo lo sportello unico per l’immigrazione, l’INPS e la Questura.
L’istanza prevede un importo forfettario per la sanatoria di 500 euro, volto a coprire le spese per l’espletamento della procedura dell’emersione.

FONDO NUOVE COMPETENZE

È stato istituito un fondo volto a supportare la riqualificazione del personale, il cui orario di lavoro sarà rimodulato come conseguenza delle mutate esigenze organizzative e produttive post coronavirus.

Lo scopo è quello di incentivare le aziende ad investire nelle persone anziché licenziare e per fare ciò le ore di formazione retribuite saranno a carico del fondo, compresi gli oneri di contribuzione ed assicurazione (INPS ed INAIL).

Leggi anche:
DECRETO RILANCIO: LE MISURE DELLA FASE 2
CONGEDO PARENTALE PER COVID-19: LE NOVITÀ
DECRETO RILANCIO: LE MISURE A SOSTEGNO DI IMPRESE E AUTONOMI
DECRETO RILANCIO: LE INDENNITÀ PER LAVORATORI AUTONOMI E PARASUBORDINATI
CASSE INTEGRAZIONI: LE NOVITÀ DEL DECRETO RILANCIO
LA SANATORIA PER STRANIERI IRREGOLARI E LAVORATORI IN NERO

Malattia e Lavoro

Come si legge la busta paga

Maternità e lavoro

Ingresso al lavoro

Scopri gli altri eBook
di Laborability

Vai agli eBook

Site Footer

LABORABILITY ® è un progetto di GIANLUCA SPOLVERATO | P.IVA IT03471600282 | Privacy Policy