Pubblicato in Gazzetta Decreto Fiscale: novità lavoro

(foto Shutterstock)

Interventi in materia di congedo parentale per quarantena scolastica, cassa integrazione, lavoro interinale

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il decreto legge numero 146 del 21 ottobre 2021, cosiddetto Decreto Fiscale, denominato «Misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili.»

Prevede importanti novità nel mondo del lavoro, misure temporanee, ma anche interventi permanenti e strutturali. Vediamo le principali novità. 

Banner Banner

Congedo parentale in caso di sospensione attività didattiche

Viene riproposta la misura, già introdotta nel corso della pandemia, per agevolare i lavoratori genitori di figli con didattica a distanza.

I lavoratori dipendenti o autonomi e genitori di minori di 16 anni possono astenersi dal lavoro nel caso in cui sia stata sospesa l’attività didattica o educativa del figlio, in caso di infezione da Covid-19 o nel caso sia disposta la quarantena dalle autorità competenti. Se il figlio convivente è minore di 14 anni è prevista un’indennità pari al 50% della retribuzione.

Quarantena e isolamento equiparati al periodo di malattia

Era una delle misure più attese e ha trovato conferma nel Decreto Fiscale: il periodo di quarantena o di isolamento domiciliare viene equiparato al periodo di assenza per malattia. La conseguenza? Il lavoratore, per questo periodo di assenza, ha diritto al trattamento economico di malattia.

Uno degli aspetti più significativi riguarda l’efficacia retroattiva di tale misura: si applica a tutte le assenze per quarantena o isolamento dal 31 gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2021. Pertanto, i lavoratori che non hanno ancora ricevuto il trattamento economico di malattia per questi periodi, si vedranno accreditare le relative indennità. Per far fronte a tutte le richieste è stato stanziato un fondo da 1,5 miliardi di euro.

Infine, è stato ribadito che tali periodi di assenza non sono computabili ai fini del periodo di comporto. 

Cassa Integrazione: altre 13 settimane fino al 31 dicembre 2021

Il Governo estende le settimane di ammortizzatori sociali  fino a fine 2021 per determinati settori. Le nuove 13 settimane possono essere richieste dalle aziende non industriali per le quali opera il Fondo di integrazione salariale, (di fatto tutte le aziende del commercio, del terziario, dei servizi, ecc.), i fondi di solidarietà bilaterali e la Cassa integrazione guadagni in deroga.

Per queste aziende sono state messe a disposizione ulteriori 13 settimane di ammortizzatori sociali dal 1° ottobre al 31 dicembre 2021.

Somministrazione: via il limite di 24 mesi di missione 

Il Governo ha confermato in modo strutturale una novità già introdotta durante la pandemia, ma limitata al 31 dicembre e che ora integra definitivamente la disciplina del lavoro in somministrazione.

Cosa prevede la norma? La norma interviene con riferimento al periodo massimo di utilizzo del lavoratore presso la stessa azienda utilizzatrice.

Nel caso in cui il contratto di somministrazione tra l’agenzia di somministrazione e l’utilizzatore sia a tempo determinato e, dall’altro lato, il contratto tra lavoratore e agenzia sia a tempo indeterminato, il dipendente può essere impiegato in missione anche per periodi superiori a ventiquattro mesi, anche non continuativi, il medesimo lavoratore somministrato.

  

Leggi anche:

Il congedo parentale per quarantena scolastica

Agenzia del lavoro: diritti e permessi dei lavoratori interinali

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli