Labor Wizard, guida di Laborability per richiedere assegno unico

Labor Wizard, la guida di Laborability per richiedere l’assegno unico

(foto Shutterstock)

Una guida pratica e intuitiva da sfogliare in tempo reale durante la compilazione della domanda assegno unico

I nostri esperti hanno ideato una guida per accompagnarti, passo dopo passo, nella corretta compilazione della domanda per ottenere l’assegno unico nel sito dell’INPS: dal primo accesso fino all’invio della domanda. 
Si tratta di un utile strumento gratuito, con un linguaggio chiaro e comprensibile, da utilizzare come supporto in tempo reale al momento della presentazione della domanda.

L’assegno unico: la nuova misura di sostegno per le famiglie con figli a carico

Il 1° marzo è entrato in vigore l’assegno unico universale, la nuova, innovativa misura di sostegno per i genitori con figli a carico. È una novità rivoluzionaria: questo assegno sostituisce gli assegni familiari e tutto il precedente sistema di detrazioni.

Banner Banner

Dal 1° marzo i genitori non percepiscono più gli assegni familiari, che vengono riuniti nell’assegno unico. Attenzione: non è una sostituzione automatica, ma è necessario fare domanda. Chi fa richiesta entro il 30 giugno 2022 può chiedere tutti gli arretrati a partire dall’assegno del mese di marzo.

Una facile guida passo dopo passo

Puoi chiedere e ottenere l’assegno unico direttamente dal sito dell’INPS.

Il team di esperti di Laborability ti mette a disposizione un utile strumento gratuito. Una guida per aiutarti, passo dopo passo, nella compilazione della domanda di assegno unico nel sito dell’INPS.

Note illustrative, spiegazioni pratiche e un linguaggio chiaro e accessibile ti guideranno, in tempo reale, nella presentazione della tua domanda.

Ti bastano pochi passaggi per richiedere l’assegno unico figli a carico.

Documenti per assegno unico 

Collegati al sito dell’INPS e contemporaneamente apri il nostro Wizard.

La consultazione della guida ti permette, in tempo reale, di scegliere la risposta corretta e l’opzione giusta tra tutte le possibilità che, passo dopo passo, l’INPS ti propone.

La compilazione dura pochi minuti.

Prima di cominciare procurati questi documenti:

  •       codice fiscale del figlio;
  •       codice fiscale di entrambi i genitori;
  •       Iban bancario o postale, intestato al richiedente, su cui preferisci che venga versato l’assegno.

È obbligatorio avere l’ISEE?

No.

Per la presentazione della domanda non è obbligatorio avere l’ISEE.

Se non si presenta l’ISEE, hai diritto all’assegno unico nella misura minima, ossia 50 euro mensili per ciascun figlio a carico. È questo l’importo dell’assegno che spetta a prescindere dalla situazione economica.

Tuttavia, l’ISEE permette di ottenere eventualmente un importo proporzionato alla condizione economica familiare.

Infatti, l’importo dell’assegno può variare dai 175 euro ai 50 euro mensili, a seconda del valore dell’ISEE.

 

 

Leggi anche:

Assegno unico 2022, 1 marzo partenza ufficiale

Assegno unico: importi e maggiorazioni

ISEE: che cos’è e come funziona

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.