Quali HR tools scegliere per una organizzazione 4.0

img 1: “HR tools, in modalità app per mobile, e software per pc”

(foto Shutterstock)

Sono indispensabili per l’organizzazione 4.0 del lavoro e semplificano la vita aziendale in ogni ambito. I parametri per scegliere i tools giusti

di Gianluca Spolverato

Oggi la nuove tecnologie costituiscono un elemento fondamentale per il mondo del lavoro, e saper scegliere gli strumenti più giusti e adeguati al proprio contesto aziendale è estremamente importante. La pandemia ha accelerato un processo già in atto da tempo, allargando lo spazio destinato allo smart working, e le aziende hanno potenziato notevolmente gli investimenti nei software. Ma come scegliere il tool più confacente ai bisogni della nostra organizzazione? Quali sono i parametri da considerare per fare la scelta migliore e più efficace?

Si parte dal contesto delle 4 aree di appartenenza HR:

  • soluzioni HR di base;
  • soluzioni per la gestione delle risorse umane;
  • soluzioni per la gestione dei processi HR strategici;
  • soluzioni per il benessere dei dipendenti.

I parametri per la scelta dei tools

La prima caratteristica che uno strumento digitale deve avere, per una fruizione semplice, riguarda l’interfaccia utente, che dev’essere necessariamente in grado di attrarre l’attenzione, e graficamente semplice ed immediato. Il secondo parametro da tenere in considerazione riguarda, invece, un aspetto ancora più importante, ovvero l’usabilità dello strumento, che deve essere facile da imparare e padroneggiare. In merito a ciò, è bene chiedersi e verificare che l’azienda che lo propone fornisca anche un supporto tecnico e di assistenza agli utenti, in modo che questi ultimi non si trovino in difficoltà.

Terzo punto fondamentale, strettamente legato al precedente, riguarda la funzionalità, che racchiude diversi aspetti, a partire dal coinvolgimento: è bene chiedersi se lo strumento abbia delle caratteristiche che favoriscano l’employee engagement, e se sia possibile monitorare la loro soddisfazione nell’utilizzare il tool.

Inoltre, è importante capire se il software possegga un database funzionale, e se i dati siano facilmente individuabili, così come è fondamentale che le informazioni in esso contenute siano estraibili agevolmente. Rientra sempre nell’ambito della funzionalità anche l’integrazione con altri strumenti preesistenti in azienda, e altrettanto indispensabile risulta capire se il rapporto qualità-prezzo sia adeguato allo strumento proposto.

I tools per HR

I tools dedicati agli HR sono quegli strumenti che automatizzano i compiti amministrativi delle risorse umane, come la gestione delle anagrafiche dei dipendenti, la gestione delle presenze e gestione buste paga, ed è il primo passo che un’azienda deve fare per la digitalizzazione dei processi HR. Questo processo consente di gestire maggiormente la complessità delle organizzazioni 4.0, e ridurre le attività a basso valore aggiunto.

Tra i tools più innovativi, ve ne sono quattro particolarmente interessanti per chi necessita di software ad alto contenuto tecnologico, in grado di rendere la gestione HR molto più snella ed efficiente: Fluida, Cleverconnect, Beaconforce, e AWMS. Il primo è uno strumento per la timbratura e rilevazione delle presenze versatile

nella tecnologia, e capace di adattarsi alle esigenze di ogni azienda. Fluida è una piattaforma di gestione del personale perfetta per le micro imprese che vogliono iniziare a informatizzare i processi.

Cleverconnect è l’ideale per i percorsi di recruiting: propone soluzioni software e video colloqui per una selezione più agile del personale, rappresentando un vantaggio per gli HR che cercano competenze tecniche specifiche abbinate alle soft skills. Beaconforce è uno strumento straordinario nel tradurre il feedback dei dipendenti in suggerimenti che guidano le azioni e il cambiamento dell’azienda. Si basa su elementi di psicologia del lavoro e sull’Intelligenza Artificiale, e permette di cogliere le emozioni delle persone e trasformare i dati in informazioni, fornendo a team leader e manager le indicazioni per guidare l’azienda nella giusta direzione. 

AWMS è il risultato di un attento lavoro di analisi dei bisogni aziendali e di ricerca tecnologica: è una piattaforma creata dalla società Azzurro Digitale, che ha come obiettivo quello di facilitare la pianificazione del lavoro e la pianificazione delle risorse umane agli HR, ai responsabili di stabilimento, ai responsabili dei training e della sicurezza sul lavoro.

Leggi anche:

Smart working utilizzato da 80 per cento aziende. Indagine Polimi’

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli