Work Improvers Index, scoprire se l’azienda è pronta al futuro del lavoro

img 1: “Briefing di lavoro”
Thumbnail

(foto Shutterstock)

Work Improvers Index è lo strumento di SHR Italia che permette alle aziende un self assessment rispetto ai 5 temi del lavoro che cambia

di Gianluca Spolverato

La pandemia ha accelerato una serie di evoluzioni in materia di organizzazione e gestione del lavoro che oggi le aziende devono affrontare per restare al passo con il mondo del lavoro che cambia.

Per aiutare le imprese ad acquisire consapevolezza sui punti di forza e sulle criticità del proprio modello di gestione delle persone, SHR Italia ha ideato e realizzato WI Index, un servizio gratuito per il self assessment rispetto ai 5 temi chiave del lavoro che cambia: digitalizzazione dei processi, lavoro da remoto e modello ibrido, lavoro per obiettivi, partecipazione e coinvolgimento dei lavoratori, e ricambio generazionale

WI Index, il questionario di autovalutazione

All’interno del questionario di autovalutazione, i temi sono declinati in 18 indicatori, divisi a loro volta in 6 macroaree: misurare, incentivare, rispettare, bilanciare, comunicare e cambiare.

Questi indicatori sono stati individuati considerando le linee di azione fondamentali per lo sviluppo delle aziende nel mondo del lavoro che cambia. Dal welfare al benessere, dallo smart working all’employer branding, dai valori quali diversità e inclusione, fino ad arrivare a sostenibilità, produttività e premi di risultato, le aziende sono chiamate a esprimere la propria percezione rispetto a quanto stiano valorizzando e investendo in ogni singolo ambito

WI Index rientra appieno nella mission di SHR, che vuole accompagnare le aziende e le persone nella trasformazione epocale che sta interessando il mondo del lavoro

Come funziona lo strumento

Accedere al questionario è davvero semplice e immediato: è sufficiente creare un account business all’interno del sito, per poi rispondere alle domande, che riguardano la percezione dei punti di forza e di debolezza dell’organizzazione di cui si fa parte. 

WI Index è stato studiato ed elaborato con un approccio scientifico e puntuale rispetto al tema dell’autovalutazione, e aiuta a raggiungere la consapevolezza di potenzialità e criticità attraverso un assessment mirato, che prende in considerazione parametri precisi.

I tre vantaggi di WI Index

L’allineamento di visione al vertice è il primo dei tre vantaggi che porta con sé l’utilizzo di WI Index. Grazie alla consapevolezza acquisita attraverso l’assessment, infatti, sarà possibile coinvolgere e far convergere la direzione aziendale su una visione comune nell’ambito della gestione delle persone, accelerare il processo di cambiamento e aumentare la credibilità dell’azione aziendale.

Il secondo vantaggio riguarda la definizione delle priorità di azione, che si basa sulla valutazione degli indicatori rispetto all’importanza che ciascuno di essi riveste. In questo modo l’azienda potrà concentrare la propria attenzione su ciò che è davvero rilevanteeliminando fattori e aspetti superflui.

Altro tassello fondamentale per un self assessment efficace è il confronto con il mercato, che consente all’azienda di comprendere il proprio posizionamento come datore di lavoro e il proprio livello di attrattività nei confronti dei dipendenti attuali e potenziali.

Leggi anche:

‘I cinque temi chiave del lavoro che cambia’

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.