5 parchi nazionali perfetti per lo smart working in vacanza

Parchi nazionali perfetti per workation

(foto Shutterstock)

Natura incontaminata, clima mite e strutture ricettive ben attrezzate per chi si porta l’ufficio in viaggio. I parchi naturali sono mete perfette per la “workation”, ovvero lo smart working in “vacanza”

Da un capo all’altro dello stivale, l’ultimo anno ha visto sbocciare decine di strutture adatte al “workation, ovvero lo smart working da luoghi di villeggiatura. Non è vacanza, ma la possibilità di portarsi via l’ufficio nello spazio di una 24 ore offre certamente grandi opportunità dal punto di vista del benessere. E così alberghi, masserie, agriturismi e interi borghi si sono rapidamente attrezzati per poter offrire questa possibilità ai propri clienti. Le bellezze naturali sono uno dei fiori all’occhiello del nostro Paese e la scelta è davvero ampia. Ma per chi fosse ancora indeciso sulla meta, ecco cinque splendidi parchi naturali selezionati da SiViaggia.it ed Airbnb come luoghi perfetti per lo smart working estivo.

Parco Nazionale delle Cinque Terre

Parco Nazionale delle Cinque Terre
(in foto: Parco Nazionale delle Cinque Terre)

Paesaggio sospeso tra terra e mare, piccole case color pastello affacciate su ripide viuzze e lunghi sentieri dove passeggiare. Il Parco delle Cinque Terre, in Liguria è un angolo di paradiso che lascia incantato chiunque abbia l’occasione di visitarlo.

Oggi, la rete sentieristica si sviluppa per oltre 120 chilometri e consente di visitare tutto il territorio attraverso tragitti di diverse tipologie. Cinque i borghi che danno il nome al territorio: Manarola, Corniglia, Riomaggiore, Vernazza e Monterosso al Mare. Paeselli di un’unica e inconfondibile disseminati fra promontori rocciosi e vedute mozzafiato.

Il Parco Nazionale del Gargano

Parco Nazionale del Gargano
(in foto Parco Nazionale del Gargano)

Natura incontaminata, spiagge selvagge, ma anche un entroterra fatto di foreste e paludi. Il Parco Nazionale del Gargano, in Puglia, è ancora oggi un luogo difficile da esplorare, ma proprio per questo ricco di fascino e mistero. Sulla lunga costa frastagliata si affacciano al mare alcune delle spiagge più belle d’Italia, come quella di San Felice e la Baia di Portogreco, ma anche deliziosi borghi immersi nella macchia mediterranea. L’interno, invece, è dominato da foreste e paludi, habitat naturale di tante specie animali e vegetali. Del Parco Nazionale del Gargano fa parte Vieste, la “Perla del Gargano”, una località che lascia senza parole, con le sue spiagge uniche e le grotte marine.

Il Parco Nazionale del Cilento

Parco Nazionale del Cilento
(in foto Parco Nazionale del Cilento)

Il Parco Nazionale del Cilento, patrimonio Unesco dal 1997, racchiude il tratto di costa campana che si estende tra il golfo di Salerno e il golfo di Policastro. Il paesaggio è ricco di bellezze naturali, note fin dall’antichità, che spaziano tra piccoli borghi, incantevoli calette, sabbia finissima e acqua cristallina. Tra i luoghi più affascinanti del parco c’è Palinuro, nota per le magnifiche calette, ma è di gran pregio anche la meno conosciuta Agropoli, piccolo borgo arroccato su un bellissimo promontorio.

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Castel del Monte
(in foto: Castel del Monte, Parco Nazionale del Gran Sasso)

Il Parco nazionale del Gran Sasso è uno dei più estesi d’Italia e custodisce una biodiversità tra le più ricche d’Europa: qui, infatti, vivono circa 2300 specie vegetali e numerosi esemplari della grande fauna come il Camoscio d’Abruzzo, il lupo appenninico e l’orso bruno marsicano. Un autentico spettacolo naturale che si declina tra scorci mozzafiato, vasti altipiani ai piedi del Gran Sasso e splendidi borghi. Tra i tanti, il pittoresco Castel de Monte e Santo Stefano di Sessanio, gioiello incastonato tra i monti.

Parco Nazionale dello Stelvio

Parco Nazionale dello Stelvio
(in foto Parco Nazionale dello Stelvio)

Parco dello Stelvio è oggi la più vasta area protetta delle Alpi e si sviluppa tra Lombardia e Trentino-Alto Adige. La sua perla più preziosa è Bormio, molto conosciuta e apprezzata dal turismo italiano come località sciistica e termale.

Tra le località più attrattive per le infrastrutture turistiche c’è Livigno, che in inverno attira migliaia di sciatori da tutta Europa, mentre in estate è l’ideale per chi ama praticare escursioni e arrampicate circondati dai monti e da una natura incontaminata. Paesaggio che è valso al comune il soprannome di “Piccolo Tibet”.

Leggi anche:

Lavorare dai borghi più belli d’Italia senza spendere nulla

In giardino, vacanza o coworking: i nuovi uffici per smart worker

 

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli