Benetton e il welfare aziendale del nuovo accordo integrativo

(foto Benetton)

(foto Benetton)

Il nuovo accordo integrativo Benetton interviene su numerosi istituti, ampliando le tutele ordinarie e arricchendo la disciplina contrattuale

Si intitola “Accordo per l’innovazione e lo sviluppo 2021- 2022- 2023” ed è il nuovo accordo integrativo aziendale. È stato firmato il 9 settembre 2021 da Benetton Group assieme a tutte le maggiori rappresentanze sindacali presenti in azienda.

Esaminiamo le più importanti novità per quanto riguarda il welfare aziendale.

Che cos’è un accordo integrativo aziendale? 

Detto anche “accordo aziendale” o “accordo di secondo livello”, si tratta di un accordo collettivo, ossia sottoscritto dalla azienda e le rappresentanze sindacali presenti in azienda. Può essere firmato da più sigle sindacali, ma per la sua validità è sufficiente la firma anche di un solo sindacato. È uno strumento molto utilizzato nelle relazioni industriali perché permette alle società e ai sindacati di integrare, specificare, migliorare e derogare (laddove consentito) alla legge e alle previsioni dei contratti collettivi. 

Un sistema di benefits per una nuova normalità 

È quella che stiamo vivendo dall’inizio della pandemia, che ha stravolto il modo di lavorare, di vivere e di coltivare le relazioni. Una nuova normalità che suggerisce alle aziende di adottare forme di lavoro e di sostegno ai propri lavoratori diverse da quelle tradizionali previste dal contratto nazionale. Il nuovo accordo integrativo di Benetton Group interviene sui più importanti aspetti che possono favorire e garantire il benessere dentro e fuori l’azienda. 

Famiglia: flessibilità, asilo, bonus 

L’ambito familiare è stato quello più interessato da questa “nuova normalità”: lezioni a distanza, distanziamento sociale – secondo l’accordo – “sono fattori che impongono all’Azienda di trovare nuove soluzioni”.

Le soluzioni individuate sono all’avanguardia, vediamo le principali:

  •       orari flessibili: i dipendenti possono entrare in un orario compreso tra le 8.00 e le 9.30, e flessibile può essere anche la pausa pranzo;
  •       15 minuti al giorno per poter effettuare, in orario lavorativo, i colloqui a distanza con gli insegnanti dei figli;
  •       smart working per metà giornata o, in presenza di esigenze tecniche e produttive, per l’intera settimana.

Per andare incontro ai dipendenti in difficoltà, viene rafforzata la Banca Ore Etica: ciascun lavoratore può donare, a questa speciale banca ore, tutte o parte delle ore accantonate a titolo di ferie ed ex festività; le ore saranno devolute ai colleghi che si devono assentare dal lavoro per gravi motivi familiari o personali. 

L’accordo conferma il servizio scolastico del Centro Infanzia, un asilo aziendale per i bambini dai 9 mesi fino ai 6 anni, che sorge a fianco alla sede principale. 

Welcome Back Mom è il progetto dedicato alle lavoratrici che ritornano al lavoro dopo la gravidanza: uno specifico supporto “per ricostruire l’equilibrio tra vita privata e professionale. 

Infine, un bonus nascita: un buono di 150 euro per i neogenitori e di 50 euro per i nonni da spendere nell’acquisto di prodotti della linea Benetton Bambino. 

Premio Welfare fino a 500 euro 

In caso di raggiungimento di determinati obiettivi, azienda e sindacati hanno quantificato un premio a favore dei dipendenti di 180 euro per il 2021, 210 euro per il 2022 e 500 euro per il 2023. Tale premio potrà essere utilizzato per usufruire dei servizi ricompresi nella piattaforma welfare www.benetton.per.it 

Corsi di formazione, orienteering, borse di studio 

L’accordo integrativo interviene anche nel campo della formazione, professionale e scolastica, rivolta ai dipendenti e ai loro figli.

Saranno organizzati seminari dedicati e finalizzati a creare un “vera cultura della finanza” e “al fine di migliorare il proprio benessere finanziario”.

I figli dei dipendenti saranno beneficiari di numerose iniziative: corsi on line per arricchirsi di competenze extracurriculari, un open day assieme al team recruiting per consigli utili sull’accesso al mondo del lavoro e, infine, una borsa di studio di 800 euro per tutti i diplomati con 100/100. 

Salute e benessere 

L’accordo integrativo ribadisce l’adesione al fondo Sanimoda, che offre prestazioni sanitarie ai dipendenti del settore. Attraverso il sistema People Care Benetton saranno organizzate specifiche campagne di promozione dell’attività sportiva, di prevenzione e di educazione alimentare. 

Diversità e inclusione

L’accordo istituisce una specifica commissione, denominata “Commissione Diversità e Inclusione“, con l’obiettivo di “ridurre eventuali discriminazioni ed eventuali gap legati alle condizioni di genere, orientamento sessuale, età, disabilità, etnia”. La Commissione, inoltre, svolgerà attività di Osservatorio e di sportello di ascolto per i lavoratori.

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.