Google lancia i “career certificates”, lauree lampo per le professioni digitali

Google lancia career certificates

(foto Shutterstock)

Il colosso di Mountain View ha reso noti i primi tre percorsi formativi: sei mesi di durata, non oltre 300 dollari di spesa. E la promessa di trovare lavoro

Un corso di soli sei mesi che promette di offrire la stessa preparazione di quattro anni all’università. Il tutto a spese minime: qualche centinaio di dollari, a fronte delle decine di migliaia che servono, negli Stati Uniti, per conquistare la laurea. È la nuova proposta di Google, che poco tempo fa ha lanciato la news sul sito del blog aziendale.

Uscire dalla crisi

L’obiettivo, ambizioso, è quello di aiutare l’America a risollevarsi dalla crisi: «la tecnologia» scrive Kent Walker, senior vice president – Global Affairs di Google «durante la crisi legata al Covid-19 è stata un’ancora di salvezza». Allo stesso modo, nel futuro prossimo i mezzi informatici possono aiutare le persone a trovare un impiego ben retribuito, ma anche ad acquisire nuove competenze. «Quasi due terzi dei lavori nati dopo il 2010» dice Walker «richiedono competenze digitali alte o medio-alte. E questo rappresenta una sfida per molti di coloro che cercano lavoro, così come, a lungo termine, per la tenuta dell’economia. Le persone hanno bisogno di un buon lavoro, e l’economia globale ha bisogno delle loro energie e competenze per supportare la nostra crescita». Servono persone formate e competenti, ma gli atenei statunitensi risultano troppo costosi per un’ampia parte della popolazione. E qui si inserisce la proposta di Google che, come dice Walker, mira ad «aiutare l’America a rialzarsi».

I corsi

Il programma per il momento si concentra nella formazione di tre figure: data analyst, project manager e ux designer. Tre professioni tra le più ricercate, nonché meglio retribuite, in assoluto. Il data analyst permette alle aziende di analizzare, aggregare i dati per creare nuovi modelli di business e generare vantaggio competitivo sul mercato. Stipendio medio? Secondo Google, intorno ai 66 mila dollari l’anno. Il project manager, invece, si occupa dell’avvio, pianificazione, esecuzione, controllo e chiusura di un progetto, assicurandosi che gli obiettivi siano raggiunti con qualità, valore ed efficienza. Stipendio annuo: 61 mila dollari. L’ux designer, infine, è responsabile della user experience e quindi dell’esperienza di un prodotto in linea con l’applicazione. Il suo compito è di progettare un’interfaccia utente che consenta all’utente di scoprire un prodotto dall’inizio alla fine. Compenso medio: 84 mila dollari l’anno. Al momento mancano ancora le direttive finali: non c’è una data per l’avvio dei corsi e sembra che, sulle prime, saranno dedicati solo ai lavoratori americani. Nuove informazioni, tuttavia, dovrebbero arrivare a breve 

Non proprio una “laurea”

La proposta appare quanto mai allettante: pochissime spese, formazione di qualità e ottime possibilità di trovare un posto molto ben retribuito. Una manna dal cielo, tanto più in uno scenario, ormai globale, dove milioni di persone hanno perso o rischiano di perdere il lavoro, e senza una rapida riconversione verso i settori più stabili saranno condannate alla povertà. Ma le perplessità non mancano: c’è chi si chiede, ad esempio, come si possa condensare, in pochi mesi, un sapere che negli atenei viene insegnato in quattro o più anni. 

Serpeggia, poi, il timore da un lato che questi corsi possano sminuire il titolo universitario (che negli Usa, comunque, non ha valore legale). Dall’altro che i datori di lavoro non valutino i “certificate” di Google quanto una laurea tradizionale. Le rispose in parte ci sono già: quella che propone Google non è una laurea (l’azienda li chiama “Google career certificates”), ma uno strumento per combattere la disoccupazione. Funzionerà? Solo l’esperienza potrà dirlo, ma le premesse ci sono tutte. 

 

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli