Le professioni più richieste nel 2022

Magazzinieri settore logistica

(foto Shutterstock)

L’indagine Randstad evidenzia un fabbisogno occupazionale in linea con il cambiamento: i settori più in crescita sono logistica e manifatturiero

Magazziniere, operaio metalmeccanico e infermiere: ecco la top 3 delle professioni più richieste nel 2022 secondo Randstad, che ha analizzato tutte le ricerche per nuove assunzioni dall’inizio dell’anno. Nell’elenco dei 15 profili più ricercati compaiono anche l’impiegato amministrativo, l’operatore di macchine utensili, l’operatore sociosanitario, l’elettricista, lo sviluppatore Java e il saldatore.

Magazzinieri i più ricercati: 1200 le posizioni aperte

Sul podio delle figure più richieste dall’inizio del 2022 si colloca quindi il magazziniere, che conta 1200 posizioni aperte sulle quasi 4000 attualmente offerte da Randastad. Un ruolo in grande crescita per l’espansione della logistica seguita al boom dell’e-commerce, testimoniato anche dalle crescenti richieste di addetti ai call center (la quarta professione più ricercata) per l’attività di assistenza clienti.

Banner Banner

Al secondo posto troviamo l’operaio metalmeccanico, con quasi 900 posizioni aperte. Numeri che confermano grande vitalità del settore manifatturiero. Al terzo posto c’è l’infermiere (oltre 800 posizioni aperte), professione introvabile per definizione che evidenzia la cronica carenza di professioni sanitarie, aggravata con l’esplosione della pandemia e le nuove esigenze di cura e assistenza.

Dall’addetto al call center al saldatore: le altre figure più richieste 

Al quarto posto, come già accennato, si posiziona l’addetto al call center per il servizio clienti, al quinto troviamo l’impiegato amministrativo e al sesto l’operatore di macchine utensil

Al settimo l’operatore sociosanitario, seguito da elettricisti (ottava posizione), e sviluppatori java. Ancora: al decimo posto ci sono i saldatori, all’undicesimo gli operatori dell’industria alimentare e al dodicesimo i system administrator. Nelle ultime tre posizioni della top 15 troviamo, nell’ordine: l’addetto alle macchine legno, l’operatore pluriservizi nella Gdo/horeca e l’addetto all’help desk.

Quindici professioni molto diverse per competenze richieste, livelli di seniority e settori di appartenenza, che nel loro insieme fotografano i trend in atto sul mercato del lavoro.

«Questa selezione» afferma Elena Parpaiola, amministratore delegato di Randstad Italia, «evidenzia alcune delle professioni chiave per la ripresa, verso cui è utile si orienti chi è alla ricerca di un’opportunità di impiego. Le opportunità di lavoro sono molteplici e nei settori più diversi: con flessibilità e intraprendenza, per i candidati questo è davvero il momento giusto per trovare l’occasione di svolta per la propria carriera».

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli