Stress e lavoro: 5 consigli per staccare la spina

img 1: “Staccare la spina e riposarsi un po’ seduti sul divano”

(foto Shutterstock)

La pausa dal lavoro: silenziare lo smartphone, respirare e concedersi un momento di svago, per evitare il burnout

Avere le occhiaie e un’aria emaciata e stanca sarà forse un trend di stile, ma è sintomo di un disagio, spesso provocato da ritmi di lavoro troppo intensi.

Lavorare tanto non equivale a lavorare bene, e soprattutto fa male alla salute. Nelle grandi città dove il ritmo quotidiano è particolarmente intenso, il troppo lavoro sta diventando uno status che denota importanza: chi lavora tanto ha più potere, ed è più forte.

Banner Banner

Non dimentichiamoci, però, che l’essere umano ha dei limiti, così come il tempo che si ha a disposizione per vivere.

Se non si vuole rischiare il burnout totale, pur amando il proprio lavoro, è doveroso sapersi fermare, concedersi delle pause e dei momenti di silenzio, o anche semplicemente una chiacchierata con un amico che non abbia niente a che fare con il proprio lavoro. 

Soprattutto, è fondamentale ascoltare il proprio corpo, e assecondare il bisogno di riposo che ci comunica. 

I segnali del corpo da ascoltare

Nonostante gli agenti stressanti, chiamati ‘stressor’, possano essere diversi, le risposte del nostro organismo a questo fenomeno sono pressoché uniformi, e consistono in una prima risposta istantanea, con stimolazione del sistema nervoso simpatico.

Questo risponde allo stress con il rilascio di adrenalina e cortisolo che, oltre agli effetti già sopra descritti, causa l’innalzarsi dei livelli di glucosio nel sangue e un aumento della frequenza respiratoria e del battito cardiaco

Proprio l’impossibilità di rispondere velocemente alle sollecitazioni che contraddistingue la nostra epoca fa sì che lo stress diventi cronico

Attenzione, dunque, ai segnali che il corpo invia. E ricordiamoci che prevenire è sempre meglio di dover curare. Lavorare a ritmi molto elevati, senza permettersi dei momenti di ripresa, può portare a un livello di stress importante, che può diventare difficile da gestire.

Consigli per staccare la spina

Per arginare questo fenomeno e far sì che il lavoro abbia il posto giusto nella vita, sono sufficienti alcuni accorgimenti da mettere in pratica ogni giorno.

Prima di ritrovarvi in una condizione di stress e difficoltà emotive, è importante ricavarsi del tempo per applicare questi consigli, così da staccare la spina e rilassarsi.

Disconnessione totale

Per prima cosa, è indispensabile trovare uno o due momenti nell’arco della giornata in cui potersi disconnettere completamente da qualsiasi device

Se, da una parte, la tecnologia e i social network facilitano la nostra vita lavorativa e sociale, dall’altra un uso poco equilibrato può portare a troppi stimoli, impedendo al nostro cervello di riposare.

Togliere suoneria e vibrazione

Connesso a questa azione, è il silenzio dello smartphone nel momento in cui si decide di riposare, o dedicarsi intensamente a un’attività lavorativa

Avere la suoneria o la vibrazione costantemente attive porta a una minor capacità di concentrazione nei momenti in cui si deve lavorare, e quindi a uno stress cerebrale, e a un distacco solo parziale dal lavoro nel momento in cui si decide di riposare.

Imparare a respirare

Una pratica senza dubbio efficace per ritrovare il relax, tra un’attività lavorativa e l’altra, è la respirazione: un respiro corretto, a occhi chiusi, facendo attenzione alla fase inspiratoria e quella espiratoria, aiuta a ridurre la tensione e a essere in ascolto del proprio corpo. 

Concedersi una passeggiata

Abbinata alla respirazione, c’è la camminata: passeggiare all’aria aperta, possibilmente in un ambiente naturale e circondato dal verde degli alberi, allontana i pensieri negativi e le preoccupazioni, e aiuta a sviluppare la creatività.

Ascoltare musica classica

Non ultimo, anche a chi non è un appassionato del genere, c’è l’ascolto di musica classica, che aiuta a rallentare il battito cardiaco e ritrovare l’armonia. Non solo: stimola la concentrazione e fa aumentare i livelli di dopamina nel cervello, contrastando la depressione.

Leggi anche:

‘Stress da lavoro, fit boxe contro la bassa autostima’

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli