I mestieri dei big data

(foto Shutterstock)

I professionisti dell’analisi dei dati sono sempre più ricercati: aiutano le aziende a orientarsi nelle scelte di business per essere competitive e anticipare i cambiamenti del mercato

Sanno leggere i dati analitici delle imprese trasformandoli in informazioni utili, sono gli esperti di big data analytics, figure sempre più ricercate da un mercato giovane ma già in crescita.

Un settore, quello degli analytics, che al 2018 ha rilevato un +26% in Italia, per un valore economico complessivo di 1,4 miliardi di euro, come attesta una ricerca dell’“Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence” della School of Management del Politecnico di Milano

CHI INVESTE IN BIG DATA ANALYTICS

Ad investire nelle professioni dei big data come data scientist, data engineer e data analyst sono principalmente “un pugno” di grandi aziende, nello specifico grandi banche (28%), imprese del manifatturiero (25%), telco e media (14%), servizi (8%), GDO e retail (7%), assicurazioni (6%), utility (6%), PA e sanità (6%). Le piccole e medie imprese invece non ne comprendono ancora a pieno i vantaggi.
In aumento le start up che sviluppano applicazioni per particolari settori o processi.

Questa nuova categoria di esperti traduce l’enorme mole di dati che la digital transformation ha portato con sé, trasformandola in informazioni di valore che indirizzino le decisioni aziendali. Lo scopo è rendere le imprese più competitive in termini di qualità di prodotti e servizi, pronte a fronteggiare i cambiamenti del mercato, a individuare gli orientamenti del consumatore e identificare le aree di miglioramento interne.

I PROFILI CHIAVE DEI BIG DATA ANALYTICS

I professionisti di big data analytics devono avere competenze di tipo matematico-algoritmico, di tipo informatico – ovvero la conoscenza delle infrastrutture di dati, dal cloud alle architetture distribuite – e di tipo applicativo, relative quindi al mondo economico-aziendale di riferimento e ai vari campi di applicazione, ad esempio il manifatturiero, la salute, i servizi del terziario etc.
È fondamentale saper lavorare in team, perché nelle grandi aziende stanno nascendo dei dipartimenti di advanced analytics, in cui collaborano dieci e più professionisti per rispondere al management.

Gli stipendi sono ben pagati, in poco tempo si possono raggiungere gli 80 mila euro all’anno.

Ecco i principali profili all’interno di un team di advanced analytics.

DATA SCIENTIST

Il data scientist ha una laurea avanzata in informatica, con master o dottorato di ricerca. Gestisce i dati grezzi e ricava informazioni utili per studiare strategie di business, marketing e vendita, definire nuovi prodotti e servizi. È esperto di modelli matematico-statistici, sviluppo e implementazione di algoritmi di machine learning. È capace di programmare nei principali linguaggi (come Python o R) e sa usare software per l’analisi dei dati.

DATA ENGINEER

Quello del data engineer è un ruolo tecnico: aggrega, analizza e manipola insiemi di big data, per rendere disponibili i dati per le analisi.
Il data engineer ha una laurea in informatica o ingegneria e dai 3 ai 5 anni di esperienza; è in grado di gestire database, conosce linguaggi di codifica come Java, Python, Kafka, Hive o Storm; costruisce e fa opera di manutenzione dell’architettura che rende i dati fruibili.

DATA ANALYST

È la figura di congiunzione tra analisti e ruoli di business: esplora, analizza e interpreta i dati. Svolge attività di reporting e data visualization.
Ha competenze di base di matematica, statistica e funzionamento dei database; spesso una formazione economico-manageriale.

Oltre ai tre ruoli principali, l’Osservatorio ne ha identificati altri quattro emergenti.

SECURITY ENGINEER

È un ingegnere informatico con certificazioni di sicurezza industriale, che si occupa della sicurezza informatica: di difesa, tecnologie e prassi per evitare le criticità. 

DATABASE MANAGER

Il ruolo richiede una laurea in tecnologia dell’informazione e circa cinque anni di esperienza. Il database manager cura e ottimizza il database, progettando e installando nuovi hardware e software di archiviazione.

DATA ARCHITECT

Il data architect progetta i sistemi informativi, i flussi e i repository dei dati sulla base delle necessità aziendali.

TECHNICAL RECRUITER

Il technical recruiter seleziona e valuta i professionisti in ambito big data e IT. Ha una formazione da Hr tradizionale con un master in informatica.

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli