Cassa integrazione e malattia

(foto Shutterstock)

Cosa succede se un lavoratore si ammala prima della cassa integrazione? E se si ammala mentre è già in cassa?

SE CI SI AMMALA PRIMA DELL’ATTIVAZIONE DELLA CASSA INTEGRAZIONE, COME SI VIENE PAGATI?

 Nel caso in cui un lavoratore si ammali (per coronavirus o malattia di altro genere) e, solo in seguito, l’azienda attivi la cassa integrazione, il lavoratore ha diritto a un trattamento differente a seconda che il suo ufficio, filiale, reparto sia sospeso totalmente o no.

Infatti, se il reparto è sospeso totalmente, e il lavoratore è in malattia, quest’ultimo ha diritto ad essere pagato secondo quanto previsto dalla cassa integrazione, della quale fruirà anche lui.

Diversamente, se il reparto ha diminuito la sua attività – e quindi vi sono meno ore di lavoro da effettuare perché per le restanti si è in cassa integrazione – il lavoratore deve essere retribuito con lo stesso trattamento previsto per la malattia.

SE CI SI AMMALA MENTRE SI È IN CASSA INTEGRAZIONE, COSA SUCCEDE?

 Diverso è il caso in cui ci si ammala quando la cassa integrazione è già stata attivata. Il trattamento, anche in questo caso, dipende sempre dal reparto, la filiale o l’unità in cui si lavora.

 Se il reparto è sospeso a zero ore, quindi nessuno lavora, anche il lavoratore ammalato continuerà a percepire il trattamento di cassa integrazione. In tale occasione il lavoratore non è nemmeno tenuto a presentare il certificato medico che attesta la malattia, questo perché è già in sospensione e non c’è alcuna prestazione lavorativa.

Qualora invece il reparto fosse soggetto a una diminuzione oraria della prestazione lavorativa, il trattamento di malattia prevarrà sulla cassa integrazione e il datore dovrà integrare la prestazione qualora lo preveda il c.c.n.l.

Leggi anche:

TI HANNO MESSO IN CASSA INTEGRAZIONE?
CORONAVIRUS, CASSA INTEGRAZIONE E FERIE

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli