Smart working per 1.100 dipendenti in Allianz Italia

(foto BalazsSebok/Shutterstock)

I dipendenti potranno svolgere il 50% del tempo lavorativo fuori dall'ufficio

Il lavoro ‘agile’ in Allianz Italia raddoppia. Da giugno 2019 il programma di smart working, già in vigore per 600 dipendenti nelle sedi di Milano e Trieste, verrà esteso ulteriormente, fino ad arrivare a un totale di 1100 lavoratori.

IL PROGETTO

Il progetto prevede che «il 50% del tempo lavorativo sia svolto da casa o da altro luogo fuori dall’ufficio, contribuendo così in modo concreto al bilanciamento tra vita professionale e vita privata, – afferma il direttore generale di Allianz, Maurizio Devescovi – ma non solo. Abbiamo osservato anche un aumento della produttività e dell’efficienza organizzativa. Dopo questi ottimi risultati, abbiamo quindi deciso di raddoppiare l’impegno nel progetto».
Sulla base dell’accordo del 2017 fra la società assicurativa e i sindacati, i dipendenti possono scegliere liberamente il luogo da cui svolgere la propria attività lavorativa al di fuori dell’ufficio, senza vincoli di orario. Uniche condizioni: la reperibilità su smartphone e via email, e la partecipazione a riunioni programmate, di persona o da remoto, attraverso audio e video conferenze, lavagne Lim (interattive multimediali) o via Skype.

I VANTAGGI

I vantaggi di lavorare da casa o altrove, al di fuori dei locali aziendali, sono molti, legati ai tempi, ai costi e anche alla sostenibilità ambientale. Secondo uno studio del Politecnico di Milano si risparmiano fino a 90 minuti sui tempi per raggiungere l’ufficio e 10 euro nei trasporti, mentre la produttività aumenta del 15%.
Nel “progetto smart working”, al quale hanno aderito per il 70% dipendenti donna, sono rappresentati diversi livelli di responsabilità e aree aziendali. Questa tipologia di lavoro – spiega Devescovi  – permette ai dipendenti della compagnia di «lavorare in mobilità, integrandosi con le avanzate infrastrutture tecnologiche della Torre Allianz e della sede di Trieste. In questo contesto, il lavoro agile consente una maggiore flessibilità, capacità di lavorare in team, un forte orientamento agli obiettivi, un potenziamento delle abilità digitali e della social collaboration».     

 

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli