Poste Italiane si riorganizza: robot, formazione e ricambio generazionale

(foto Shutterstock)

L’area “Corrispondenza e pacchi” sfida l'e-commerce. Entro il 2020 previsti 30 milioni di investimenti in robotizzazione e formazione. Consegne fino alle 19.45 e nei weekend

Poste italiane si mette al passo coi tempi e si prepara al futuro, con il piano strategico di investimenti “Deliver 2022”, che ha stanziato circa 30 milioni di euro per il triennio 2018-2020, al fine di robotizzare i centri di smistamento, introdurre nuove attrezzature e fare attività di formazione al personale. 

La società – con 1.800 centri di recapito in cui lavorano 35 mila persone, e 23 centri di smistamento (di cui 10 ad alta automazione) con 8 mila dipendenti –  è la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia attraverso la rete logistica postale (che si occupa di smistamento e consegna di corrispondenza e piccoli pacchi) e la rete logistica della società Sda Express Courier (specializzata in gestione logistica e distribuzione).

L’obiettivo del piano è quello di effettuare una trasformazione organizzativa, gestionale e culturale interna, in modo da rendere la rete logistica postale una realtà competitiva anche nell’e-commerce

Negli ultimi 10 anni infatti la corrispondenza tradizionale (lettere, quotidiani e riviste) ha avuto una riduzione del 50%, mentre è aumentata la circolazione di merci legate alla crescita del commercio elettronico, che richiede una gestione diversa di imballi e volumi, tempi di consegna più rapidi e una maggiore affidabilità verso il cliente. 

I CAMBIAMENTI

La revisione dei modelli operativi e l’adozione di nuove tecnologie è stata condivisa con i sindacati e il nuovo modello organizzativo si è posto diversi obiettivi, tra cui i seguenti: servizio di consegnaJoint Delivery Model” ampliato a livello temporale, con 3 turni giornalieri fino alle 19.45possibilità di consegna anche nel weekend (già attivo dal 2018 nella partnership con Amazon); e attivazione di un lean program per gli stabilimenti. 

Sul piano logistico legato ai centri di smistamento, è stata avviato un processo di robotizzazione (già presente nei centri ad alta automazione di Bologna, Torino, Padova, Napoli, Firenze e Bari), attraverso il quale i robot affiancano gli addetti nelle operazioni di movimentazione dei prodotti, facilitandone il lavoro e aumentando sicurezza e produttività. 

FLOTTA AZIENDALE

La flotta aziendale è stata integrata con scooter tricicli e quadricicli per il trasporto di pacchi più voluminosi. Gli operatori sono stati dotati di palmari per la gestione dati e la firma dei clienti alla consegna.
In un’ottica di rispetto per l’ambiente, entro il 2021 il 15% dei mezzi dedicati alle consegne dell’ultimo miglio sarà ad alimentazione elettrica o gpl, e 2 mila mezzi saranno full electric (tricicli e quadricicli).

VERSO UNA LEAN ORGANIZATION

La riorganizzazione aziendale vedrà la revisione dei processi operativi, con la riqualifica di aree e strumenti di lavoro, e una trasformazione culturale con percorsi di formazione per 60 mila ore totali. Il tutto nell’ottica di una lean organization, un’organizzazione ‘snella’ che permetta di elevare gli standard, aumentare la produttività e ridurre i costi.

RICAMBIO GENERAZIONALE E ASSUNZIONI

Il programma generale Deliver 2022, che oltre all’area “Corrispondenza e pacchi”, coinvolge anche i settori di business della società “Pagamenti, Mobile e Digitale”, “Servizi Finanziari” e “Servizi Assicurativi”, prevede anche un ricambio generazionale, che permetterà l’uscita, volontaria incentivata o alla naturale scadenza, di circa 3.000 persone all’anno vicine alla pensione (su un totale di dipendenti pari a 138 mila unità nel 2017).
Quanto alle nuove assunzioni si parla di un totale di 10 mila nuove figure professionali qualificate da far entrare entro il 2020, di cui la metà destinata all’ambito finanziario e assicurativo e le restanti da integrare negli altri comparti.

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli