Assegno per il nucleo familiare: gli arretrati

(foto Shutterstock)

Come fare domanda, a chi inviare la richiesta, quali documenti presentare e quali termini rispettare per richiederli

ASSEGNI FAMILIARI ARRETRATI: QUANDO SPETTANO? COME FARE RICHIESTA?

Una delle situazioni più comuni in cui si trova un lavoratore alle prese con la richiesta degli assegni per il nucleo familiare (ANF) è sapere se ha diritto ad eventuali arretrati per gli anni precedenti.

Gli ANF arretrati possono essere richiesti per recuperare le somme relative a periodi lavorativi passati, per i quali il dipendente non aveva inoltrato la domanda.

Può succedere, ad esempio, che il lavoratore non sappia di aver diritto a tale misura di sostegno e ne venga a conoscenza solo in un momento successivo a quello in cui avrebbe dovuto presentare la richiesta.
In questo caso il lavoratore non perde il diritto a ricevere gli ANF arretrati, ma potrà recuperarli fino a 5 anni indietro.
La procedura per richiedere gli assegni familiari arretrati è identica a quella prevista per richiedere gli ANF per il periodo in corso. Il lavoratore deve richiederli o tramite il portale web dell’INPS accedendo con le proprie credenziali (PIN) o tramite patronato autorizzato.

Il modulo ANF deve essere compilato in ogni sua parte con i dati esatti riferiti al periodo per cui si richiedono gli arretrati.

Gli elementi necessari sono:

IN CASO DI LICENZIAMENTO O DIMISSIONI POSSO RICHIEDERE GLI ANF ARRETRATI?

Trattandosi di arretrati, si può dare il caso che nel frattempo si sia cambiato lavoro. In questo caso, gli ANF arretrati vanno chiesti al datore di lavoro presso cui si stava lavorando al momento della maturazione del diritto e non all’eventuale nuovo datore di lavoro.
La situazione cambia se la richiesta degli arretrati riguarda una ditta che ha cessato definitivamente l’attività. In questo caso bisogna verificare se l’azienda è ancora in liquidazione o è fallita:

  • se l’azienda è in liquidazione si possono richiedere gli arretrati al liquidatore;
  • se l’azienda è stata dichiarata fallita, gli arretri ANF possono essere richiesti direttamente all’INPS.

In caso di domanda l’azienda è obbligata a versare gli arretrati ANF, in caso contrario si può ricorrere all’ispettorato del lavoro territoriale di competenza o al giudice del lavoro.

Leggi anche:

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE: COS’È, A CHI SPETTA E COME FUNZIONA

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE: I CASI PARTICOLARI

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli