Assegno per il nucleo familiare: i casi particolari

(foto Shutterstock)

Scopriamo le modalità specifiche per richiederlo

AUTORIZZAZIONE INPS PER LA RICHIESTA DEGLI ASSEGNI FAMILIARI: QUANDO È NECESSARIA?

Gli assegni per il nucleo familiare (ANF) sono un aiuto di tipo economico erogato dall’INPS, in busta paga, ai lavoratori dipendenti. Non si tratta però di una prestazione automatica, e, in alcuni casi particolari, il datore di lavoro è tenuto a pagare solo se il lavoratore è stato anticipatamente autorizzato dall’INPS.
Questi i casi principali in cui bisogna richiedere l’autorizzazione:

  • figli ed equiparati di coniugi legalmente separati o divorziati, o in stato di abbandono;
  • figli naturali propri o del coniuge, riconosciuti da entrambi i genitori;
  • i figli del coniuge nati da precedente matrimonio;
  • fratelli, sorelle e nipoti orfani di entrambi i genitori e non aventi diritto a pensione di reversibilità;
  • nipoti in linea retta a carico dell’ascendente (nonno/a);
  • familiari maggiorenni inabili (se non sono in possesso di documenti attestanti l’inabilità al 100%).

COME INVIARE LA COMUNICAZIONE?

Le richieste di autorizzazione devono essere trasmesse telematicamente all’INPS tramite accesso al portale con PIN personale o tramite patronato autorizzato.
Dal 1° aprile 2019, con la domanda di ANF online l’autorizzazione non sarà più recapitata al richiedente tramite posta (ex modello ANF 43).
L’INPS procederà direttamente a inviare al datore di lavoro l’autorizzazione con l’importo da erogare in busta paga.
Se l’autorizzazione dovesse essere respinta, l’INPS invierà direttamente al lavoratore una comunicazione. In questo caso il lavoratore potrà presentare ricorso al Comitato provinciale dell’INPS.
Si ricorda che, la domanda online per gli assegni familiari deve essere presentata:

  • entro il 30 giugno di ogni anno o comunque prima dell’elaborazione della busta paga di giugno;
  • al momento dell’assunzione o entro la prima busta paga in caso di nuove assunzioni.

Se il lavoratore non dovesse presentare in tempo il modulo richiesta ANF potrà farlo in qualsiasi momento anche retroattivamente. Infatti è possibile chiedere gli arretrati degli assegni per il nucleo familiare fino ai 5 anni precedenti.

Leggi anche:

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE: COS’È, A CHI SPETTA E COME FUNZIONA

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli