Quanto dura il congedo straordinario e chi può richiederlo

Chi può richiedere il congedo straordinario

(foto Shutterstock)

Ci si può assentare dal lavoro per dare assistenza a un familiare gravemente disabile, percependo un’indennità. Ecco chi ne ha diritto

Cosa significa congedo straordinario e quanti giorni spettano?

 Il congedo straordinario è un periodo in cui un lavoratore dipendente non lavora al fine di assistere un familiare affetto da un grave handicap.

Tale periodo di astensione dal lavoro può durare fino a 2 anni, frazionabili anche a giorni; dal conteggio sono esclusi i giorni festivi, i sabati, e le domeniche solo se tra un periodo di congedo e l’altro vi è ripresa lavorativa.

È necessario essere conviventi con il disabile? 

, ma il requisito della convivenza deve essere presente dalla data di decorrenza del congedo richiesto e non al momento dell’invio della domanda. Per beneficiare del congedo straordinario è necessario che la convivenza con il familiare disabile sia conservata per tutta la durata dello stesso.

Recentemente la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità dell’esclusione da tale elenco del figlio che, al momento della presentazione della richiesta, ancora non conviva con il genitore gravemente disabile.

Richiesta congedo straordinario 104, chi può farla?

Questo beneficio viene riconosciuto a determinati soggetti, conviventi con il disabile, e secondo un ordine di priorità previsto dalla legge:

  • coniuge o parte dell’unione civile
  • genitori, anche adottivi o affidatari
  • uno dei figli della persona disabile
  • fratelli o sorelle
  • parenti o affini entro il 3° grado.

Chi non può richiedere il congedo straordinario?

Non possono richiedere il congedo straordinario:

  • colf e badanti
  • i lavoratori a domicilio
  • i lavoratori agricoli giornalieri
  • i lavoratori autonomi
  • i lavoratori parasubordinati
  • i lavoratori con contratto di lavoro part-time verticale, durante le pause di sospensione contrattuale.

Come indicato nella circolare INPS n. 38/2017, il congedo straordinario non spetta al convivente di fatto, ma solo la parte dell’unione civile che debba, tra l’altro, prestare assistenza all’altro partner.

 

 

Leggi anche:

Posso utilizzare i permessi 104 per andare a fare la spesa?

Legge 104, le regole per unioni civili e coppie di fatto

 

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.