Welfare aziendale metalmeccanici, quanto spetta?

(foto Shutterstock)

Ai lavoratori metalmeccanici spettano 200 euro annui a titolo di welfare aziendale ed è il contratto collettivo a stabilirlo

Welfare aziendale 2021, a chi spetta? 

Spetta a chi abbia in essere un contratto a tempo indeterminato o determinato purché abbia maturato almeno tre mesi di anzianità in azienda.

Ad aprile 2021, il rinnovo del contratto collettivo metalmeccanici ha previsto l’introduzione di una somma a titolo di benefit aziendale per tutti i lavoratori in forza in azienda dal 1° giugno al 31 dicembre di ogni anno fino al 2024 e che abbiano superato il periodo di prova.

Quanto spetta ai metalmeccanici per il 2021?

Spettano 200 euro annui onnicomprensivi ed espressamente esclusi dalla base imponibile del TFR. I 200 euro non sono riproporzionabili per i lavoratori part-time, inoltre, questa somma si aggiunge ad eventuali offerte di beni e servizi già presenti in azienda.

Quando viene erogato il welfare aziendale 2021?

Dal 1° giugno di ogni anno, e fino al 2024, le aziende che applicano il contratto collettivo Metalmeccanica devono mettere a disposizione dei lavoratori forme di benefit aziendale per un importo pari a 200 euro.

Entro quando si può utilizzare il welfare aziendale?

Entro il 31 maggio di ogni anno. I lavoratori possono di decidere di destinare il welfare aziendale dell’anno al Fondo Cometa o al Fondo Metasalute, anziché utilizzarlo in beni e servizi nell’anno di percezione.

 Welfare aziendale, cos’è?

Il welfare aziendale è l’insieme di tutti quei beni o servizi che un’azienda offre ai propri dipendenti al fine di migliorare la loro qualità di vita e lavorativa. Nel nostro ordinamento non vi è una definizione ben precisa di welfare aziendale; quello che esiste è una normativa fiscale e previdenziale volta a ridurre il costo dei beni e dei servizi per l’azienda e le tasse per i dipendenti.

 

Leggi anche: 

Mutua Mba, un’alternativa al welfare aziendale

Welfare aziendale, cos’è e come funziona

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli