Il metodo Wim Hof per aumentare la concentrazione e migliorare le performance

Wim Hof respirazione

(foto Wim Hof)

La tecnica di respirazione di Wim Hof favorisce il benessere psicofisico e aiuta a potenziare la concentrazione e l’efficienza nel lavoro

Il metodo Wim Hof entra nei contesti lavorativi: dopo essere diventato una sorta di moda nell’ambiente sportivo, ed essere utilizzato da atleti di fama internazionale, inizia ad appassionare manager e figure ai vertici delle organizzazioni.

Il metodo di Wim Hof

Un uomo curioso, desideroso di sperimentare, anche e soprattutto su sé stesso, i benefici della respirazione, portandola al limite più elevato. Wim Hof ha sviluppato un processo in 3 fasi, che può aiutare le persone ad affrontare meglio lo stress fisico e psicologico, in ogni ambito della quotidianità.

Questo 3 fasi comprendono la meditazione, la respirazione e l’esposizione al freddo. Potrebbe sembrare originale e stravagante l’idea di utilizzare acqua gelida per rinvigorire il corpo, ma molte persone che praticano questa tecnica costantemente, hanno testimoniato di aver migliorato le loro prestazioni atletiche, di essere meno soggette ad ammalarsi, e di aver aumentato la propria capacità di concentrazione nel contesto lavorativo.

Nella vita di Hof, meditazione, esercizi di respirazione e docce fredde sono diventate progressivamente parti della quotidianità, e potrebbe essere interessante sperimentare su sé stessi l’effetto di questi esercizi, sia da un punto di vista mentale che fisico.

Come funziona la respirazione di Wim Hof

La respirazione del metodo Wim Hof è una respirazione controllata, che alterna fasi di iperventilazione a fasi in cui si trattiene il respiro. L’inventore stesso del metodo consiglia di fare questo esercizio al mattino, preferibilmente a digiuno, in posizione sdraiata o seduta.

L’esercizio e la pratica devono risultare, comunque, sempre piacevoli e non devono provocare sensazioni negative, né a livello fisico, né psichico.

 Come eseguire la respirazione di Wim Hof

  • Seduti o sdraiati in un luogo sicuro, si inizia a respirare consapevolmente con il diaframma. Si inspira dal naso, riempiendo la pancia, e si espira dalla bocca lasciando andare tutta l’aria. E’ importante assumere un ritmo costante: inspirazione di 2-3 secondi, espirazione di 2-3 secondi senza pausa tra una e l’altra;
  • fare un ciclo di respirazione di circa 30 – 40 respiri;
  • una volta completata questa prima parte, dopo l’ultima espirazione non inalare nuova aria, ma invece trattenere il respiro il più a lungo possibile. Si noterà che si riesce a trattenere il fiato più a lungo di quanto si pensasse, e allenandosi in questo tipo di respirazione, sarà possibile trattenerlo per un tempo sempre più lungo;
  • quando si percepisce di essere arrivati al limite, fare un altro respiro profondo e trattenerlo per altri dieci o quindici secondi;
  • si è concluso così il primo round. Non rimane che ripetere tutto il processo di respirazione Wim Hof, riprendendo dal punto 1, per tre volte.

Le docce gelate, per rinforzare l’organismo

Per rinvigorire il corpo, Wim Hof propone l’immersione in acqua fredda, da praticare possibilmente tutte le mattine, appena svegli, a digiuno, e solo per alcuni minuti. La pratica della ‘doccia fredda’ aiuterebbe a rinforzare il sistema circolatorio, e di conseguenza a ritrovare grinta anche a livello mentale. Provare per credere.

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli