Parità di genere e inclusione, a Vodafone il premio “Le Fonti Awards”

Parità di genere e inclusione, a Vodafone il premio “Le Fonti Awards”

(foto Shutterstock)

Tra le numerose azioni messe in campo dall’azienda, la copertura al 100% dello stipendio di 4 mesi del congedo di maternità facoltativo e il “congedo genitoriale inclusivo” per chi non beneficia della maternità

Va a Vodafone Italia il premio come miglior “HR Team dell’Anno Diversity & Inclusion” di “Le Fonti Awards”, che da dieci anni a questa parte premia i datori di lavoro che si sono distinti per l’attenzione e la sensibilità sul fronte della diversità e dell’inclusione. 

Primi a dotarsi di un “inclusion commitment” 

Il premio, giunto alla decima edizione, ha riconosciuto l’importanza delle iniziative di Vodafone Italia per valorizzare la diversità e l’inclusione all’interno dell’azienda. In particolare Vodafone si è sempre distinta per il valore attribuito alla diversità e all’inclusione e per l’impegno rivolto alle proprie persone. Vodafone è infatti tra le prime aziende in Italia a essersi dotata di un “inclusion commitment”, che riconosce la diversità e la valorizza come un fattore positivo di cambiamento. «Un modello di eccellenza» recita la motivazione del premio «e di impegno pluriennale nel creare un ambiente lavorativo inclusivo che faccia leva sulla diversità per il coinvolgimento dei dipendenti e per la competitività dell’azienda stessa». Inoltre, Vodafone ha fatto «della consapevolezza e dell’abbattimento di pregiudizi e barriere la propria mission, anche grazie a percorsi formativi».

Parità di genere e inclusione, a Vodafone il premio “Le Fonti Awards”
(In foto Ilaria Dalla Riva, direttore Risorse Umane e Organizzazione di Vodafone Italia alla premiazione. Foto: Le Fonti)

Azioni a favore della genitorialità

Tra le numerose azioni messe in campo dall’azienda, la copertura al 100% dello stipendio di 4 dei sei mesi di congedo facoltativo, che si aggiunge ai 5 mesi obbligatori per legge. Inoltre, il riconoscimento dei diritti e welfare per le unioni civili: dalla licenza matrimoniale per le coppie dello stesso sesso, fino all’estensione della copertura sanitaria integrativa. Proprio di recente, Vodafone Italia ha sottoscritto anche un accordo sul lavoro agile orientato all’inclusione, alla parità di genere e alla conciliazione tra vita personale e lavorativa.

Con l’accordo viene inoltre introdotto il congedo genitoriale inclusivo. Una misura con cui potranno richiedere un congedo fino a 16 settimane retribuite al 100% dello stipendio i dipendenti che diventano genitori a seguito di nascita, adozione o maternità surrogata, in Italia o all’estero e che non possono accedere al trattamento di maternità previsto dalla legge. Il congedo genitoriale inclusivo può essere fruito nei primi 18 mesi dal momento in cui la persona diventa genitore.

Valorizzare le diversità

«In questo periodo così complesso – commenta Ilaria Dalla Riva, direttore Risorse Umane e Organizzazione di Vodafone Italia –  dove tutti stiamo imparando a vivere e lavorare in maniera diversa, non dobbiamo perdere terreno sul fronte della parità di genere e dell’inclusione. Come Vodafone Italia stiamo proseguendo nel percorso di valorizzazione delle diversità su cui ci siamo storicamente distinti, e in quest’ottica si inserisce anche il recente accordo con le parti sociali sul tema del lavoro agile. Il premio ricevuto da Le Fonti riconosce gli sforzi fatti in questo campo da tutto il team HR». 

.

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli