Green pass Covid-19, a cosa serve e come si ottiene

green-pass,-cos'è-e-come-funziona

(foto Shutterstock)

Il “Green pass”o “Certificazione verde Covid-19” garantisce maggiore libertà e opportunità a vaccinati e guariti dal Covid, come la libera circolazione tra regioni, l’accesso agli stadi, la possibilità di partecipare a eventi e spettacoli

L’Unione Europea sta studiando la realizzazione di un “Covid Pass” per permettere ai cittadini di muoversi liberamente all’interno del territorio europeo. L’obiettivo è metterlo a pieno regime dal 1 giugno 2021, in vista dell’approssimarsi delle ferie estive.
In attesa di una disciplina comune a livello europeo, il Governo italiano, con il decreto Riaperture ha introdotto la “Certificazione verde Covid-19”, che consente al titolare di potersi muovere liberamente e di accedere a servizi e divertimenti che ad altri sarebbero ancora vietati.
Con il decreto legge n. 65 è stata introdotta la possibilità di ottenerlo già con la prima dose del vaccino e l’efficacia è stata estesa a 9 mesi.

Come si ottiene e chi rilascia il Green pass Covid-19?

La Certificazione verde Covid-19 si può ottenere:

  • con la prima dose del vaccino. Il pass è valido quindi dal quindicesimo giorno dopo la prima dose, fino alla somministrazione della seconda dose;
  • con la completa vaccinazione anti Covid-19 (nel caso in cui siano prescritte due dosi, al termine del ciclo completo). Ha una validità di 9 mesi ed è rilasciata, contestualmente al vaccino, dalla struttura sanitaria o dal medico che effettua la vaccinazione.
    Per coloro che, alla data del 22 aprile 2021, hanno già completato il ciclo vaccinale, la certificazione è rilasciata dalla struttura che ha somministrato il vaccino;
  • dopo la guarigione dal virus, in seguito al ricovero ospedaliero o all’isolamento domiciliare. Il Green pass viene rilasciato dal medico curante o dalla struttura sanitaria e ha validità di 9 mesi. Tuttavia, nel caso in cui il soggetto venga nuovamente accertato come “positivo”, la certificazione perde efficacia.
  • con l’effettuazione di un tampone molecolare o un test antigenico con esito negativo. In questa ipotesi la certificazione ha una efficacia limitata a 48 ore ed è rilasciata dalla struttura che ha effettuato il tampone o il test, oppure dal medico curante.

In tutti i casi il Green pass può essere consegnato in modo cartaceo o in formato elettronico (QR code). Le informazioni che deve contenere sono indicate in questo documento

La piattaforma nazionale “Digital Green Certificate” (DGC)

L’obiettivo del Governo è di creare una unica piattaforma nazionale del “Digital green certificate” (DGC) che gestisca, in modo accentrato, tutti i dati delle certificazioni: il rilascio, la verifica e la conservazione.

Che cosa si può fare con il Green pass?

Il Green pass permette una maggiore libertà di spostamento. Ai possessori della certificazione sarà infatti permesso spostarsi tra regioni di colore diverso, uscire ed entrare dall’Italia senza dover osservare le misure restrittive.

Per gli eventi sportivi e gli spettacoli musicali e teatrali, all’aperto o al chiuso, le linee guida possono prevedere che l’accesso sia consentito esclusivamente a chi è in possesso della certificazione. Lo stesso dicasi per la partecipazione a fiere, convegni e congressi e per poter incontrare i propri amici e parenti ospiti di case di ricovero e riposo.

Un Green pass europeo

Il Parlamento Europeo è al lavoro per realizzare un una normativa uniforme per tutti i Paesi dell’Unione Europea in modo da permettere ai propri cittadini la libera circolazione all’interno dei territori comunitari. L’Italia è tra i paesi che, dal 15 maggio, sperimenta questo nuovo pass europeo. Nel frattempo, in Italia valgono le previsioni della “certificazione verde”. Inoltre, per chi proviene da Stati membri dell’Unione Europea, il Ministero della Salute può riconoscere ai certificati stranieri la stessa validità della nostra “certificazione verde”, se rispettano i medesimi requisiti.

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli