Lavorare lentamente: è consentito sanzionare il dipendente? - Notizie e approfondimenti sul mondo del lavoro

Lavorare lentamente: è consentito sanzionare il dipendente?

(foto Shutterstock)

L’eccessiva lentezza nello svolgimento dell’attività lavorativa, se dovuta ad inesperienza, non consente di sanzionare il dipendente

IL FATTO

Una dipendente è stata sanzionata con una multa dal datore di lavoro perché accusata di svolgere le proprie mansioni con eccessiva lentezza e di rallentare la produzione aziendale.
La lavoratrice si è rivolta al giudice, contestando il provvedimento, e giustificando la lentezza a causa della poca esperienza in ambito lavorativo.
È consentito sanzionare il dipendente che lavora troppo lentamente?

LENTEZZA DEL LAVORATORE E SCARSO RENDIMENTO

La lentezza del lavoratore nello svolgimento dell’attività lavorativa può essere motivo di sanzione disciplinare, in presenza di specifiche condizioni.
In particolare, il comportamento del dipendente deve essere ingiustificato e determinato da negligenza.
Quest’ultima è presente quando la lentezza è dovuta a scarso interesse, a svogliatezza o pigrizia nello svolgimento delle mansioni.
In ogni caso, è necessario che vi siano fatti precisi che dimostrano noncuranza e svogliatezza, e questi fatti devono essere oggetto di contestazione.

La lentezza, nei casi più gravi, può anche determinare il licenziamento per scarso rendimento del dipendente.
Lo scarso rendimento si verifica quando il lavoratore ha adottato, per un apprezzabile periodo di tempo, un comportamento negligente, che ha impedito il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’azienda.

LA DECISIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO

Il Tribunale di Treviso, pronunciandosi sulla questione, ha annullato la sanzione inflitta alla lavoratrice (Sentenza n. 424 del 19 settembre 2019).
I giudici, infatti, hanno sostenuto che l’azienda non è riuscita a dimostrare la negligenza o la volontaria lentezza della dipendente nello svolgimento delle attività.
Il comportamento lento, in particolare, è stata causato esclusivamente dalla poca esperienza della dipendente.
Di conseguenza, non trattandosi di condotta ingiustificata e negligente, non è possibile adottare alcun provvedimento disciplinare.

Leggi anche:

QUANDO IL LICENZIAMENTO PER SCARSO RENDIMENTO È LEGITTIMO?

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli