“Easy Rider”, la coop del delivery food che rispetta i diritti dei rider

(foto Shutterstock)

I fattorini della cooperativa veronese avranno paga oraria, ferie e contributi

Nasce una nuova realtà “rivoluzionaria” nel mondo delle consegne del delivery food, dominato dai big come Just Eat, Deliveroo e Glovo. Si tratta però di un’iniziativa molto più piccola e locale, creata da una cooperativa veronese che vuole dare dignità e diritti ai fattorini che effettuano le consegne dei piatti di ristoranti e fast food.

CONDIZIONI DI LAVORO PIÙ DIGNITOSE PER I RIDER

La coop – fondata da Fabrizio Creston, responsabile del servizio Progetto Industria della Cisl, da Emiliano Galati dello stesso sindacato, e da due rider con esperienza – sarà operativa da settembre e si distinguerà dai competitor perché offrirà ai fattorini condizioni di lavoro più dignitose.
I dipendenti della coop infatti verranno assunti con il contratto nazionale dei trasporti e della logistica, uno stipendio di circa 8 euro l’ora, contributi, ferie, tutela pensionistica e attrezzatura necessaria per svolgere il lavoro, quindi bici e smartphone. 

Il progetto è davvero una novità nel panorama, pensando che nel settore prevalgono la precarietà e il cottimo, i compensi variano tra 1,70 euro (con aggiunta per chilometraggio) a 4,30 euro a consegna, e le tutele sono pochissime, sia legate alla persona in caso di incidente sia al mezzo di trasporto.

CONSEGNE PIÙ QUALITATIVE PER I RISTORATORI

Nel territorio di Verona, in cui sono presenti 220 rider a servizio dei brand delle consegne del food, Easy Rider lavorerà con 40 ristoranti e fast food, i quali hanno già accettato la proposta. I ristoratori infatti, secondo una ricerca dei fondatori della coop, necessitano di un servizio di consegna affidabile, ma non posso permettersi di pagarne uno proprio, quindi si affidano alle grandi compagnie, scegliendo in base al prezzo, ma con un mancanza di fiducia, perché la rotazione dei rider è molto alta e ricevono spesso lamentele da parte dei clienti. La nuova cooperativa, oltre a far rispettare la legge e le norme sindacali per i fattorini, andrà così incontro anche all’esigenza dei ristoratori di avere consegne più qualitative.    

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli