Mum&Work, reskilling mamme disoccupate | laborability

Talent Garden lancia Mum&Work, progetto reskilling mamme disoccupate

Mum&Work Challenge Day

(foto Talent Garden)

Il progetto, promosso da Talent Garden con Unicredit e Randstad, mira al reinserimento lavorativo delle mamme disoccupate. Il 15 settembre la selezione per assegnare 15 borse di studio

Un corso di formazione per le mamme rimaste senza lavoro, in modo da aggiornarle professionalmente e aiutarle ad intraprendere un nuovo percorso professionale. “Mum&Work” è un progetto di reskilling promosso da Talent Garden, buddybank, la banca per smartphone di UniCredit, e Randstad. Prenderà il via a ottobre di quest’anno e sono previste 15 borse di studio

L’obiettivo: ridurre il gender gap

Il progetto “Mum&Work”, nasce per contribuire a ridurre la disparità di genere, un gap che la pandemia ha contribuito ad accrescere in maniera ancora più accentuata. Di qui la proposta di Talent Garden, che supporterà il reinserimento nel mercato del lavoro delle mamme attualmente non occupate tramite percorsi di formazione nelle aree più richieste dalle imprese. «Siamo molto orgogliosi» commenta Giulia Amico di Meane, Global Director di Talent Garden Innovation School «di avere dato vita a questa bella iniziativa nei confronti di un target particolarmente sensibile e da tutelare. Il nostro progetto rientra in un’ottica di upskilling digitale nella quale stiamo investendo e puntando molto per ridurre la disparità di genere. Un tema a cui in Talent Garden siamo da sempre attenti, e proprio per questo abbiamo sviluppato internamente una policy aziendale di particolare attenzione alla genitorialità». 

15 borse di studio: selezione il 15 settembre

I corsi si inseriranno all’interno dei Master part time erogati da Talent Garden Innovation School, la scuola internazionale per la crescita professionale di Talent Garden. UniCredit (attraverso buddybank) e Randstad supporteranno l’iniziativa mettendo a disposizione, complessivamente, 15 borse di studio. L’assegnazione avverrà tramite challenge che si terrà in modalità online il 15 settembre prossimo. Oltre a partecipare ai Master, le candidate selezionate per le borse di studio verranno seguite in un percorso di Career Boost, che consiste nell’erogazione di 3 workshop su temi come personal branding, orientamento professionale, posizionamento del proprio profilo professionale su LinkedIn. Inoltre, le partecipanti saranno inserite nel network placement di Talent Garden che consentirà loro di ricevere offerte di lavoro da parte delle aziende partner Talent Garden.

Chi può partecipare

I requisiti per accedere alla selezione delle borse di studio prevedono l’essere mamme disoccupate da almeno 3 mesi, senza contratti di lavoro in essere al momento della candidatura, e con figli minorenni a carico.

 

Leggi anche:

Digitale e nuove tecnologie per le HR: cosa offre la community del Talent Garden

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli