Mental coaching per allenare la mente

Mental coaching

(foto Shutterstock)

Particolarmente indicato per ruoli di leadership, il mental coaching aiuta a migliorare la concentrazione, la consapevolezza e l’autostima

La concentrazione parte dalla mente: se siamo agitati anche le nostre facoltà mentali ne risultano compromesse, dall’attenzione alla capacità di analisi. La buona notizia è che anche la mente si può allenare, in molti modi: uno di questi è grazie al supporto di un mental coach, un “allenatore della mente”, una figura professionale focalizzata sul miglioramento delle performance.

Mental coach, chi è

Come abbiamo già visto, il coaching è un utile strumento di crescita personale e lavorativa. Il coach non offre soluzioni pronte e strategie preconfezionate: è piuttosto una guida che aiuta a comprendere meglio sé stessi, le proprie potenzialità e raggiungere un più alto grado di consapevolezza, fiducia e autonomia.

Banner Banner

Il rapporto tra coach e coachee deve basarsi su una relazione di partnership paritaria, promossa da un’attività di sostegno e affiancamento. In particolare, il mental coach è specializzato nel sostenere chi svolge un intenso lavoro mentale nel gestire le situazioni di stress e ottenere il massimo dalle proprie capacità.

Nonostante abbia anche delle competenze in ambito psicologico, è bene specificare che il coach non è uno psicologo e il suo ruolo non è quello di indagare o risolvere problemi personali. Piuttosto, il suo è un valido sostegno nella definizione degli obiettivi e nell’individuazione del miglior percorso per raggiungere gli obiettivi.

A cosa serve il mental coaching

Il mental coaching, come già accennato, è particolarmente indicato per chi è abituato a mettere a dura prova la propria mente, uno strumento potentissimo che tuttavia non sempre riusciamo a mettere a frutto nel migliore dei modi.

Allenare la mente aiuta non solo a migliorare la concentrazione, e quindi ad organizzare meglio il proprio tempo, ma anche a sviluppare skills particolarmente utili, ad esempio, in ambito manageriale. Pensiamo alla capacità di comunicare in modo efficace, di gestire lo stress e le emozioni negative, di saper motivare le persone e risolvere i conflitti.

Tutte doti che rendono non solo una persona più sicura di sé e delle proprie capacità, ma anche un manager o un leader in grado di condurre al meglio il proprio ruolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli