Acqua Lauretana: per Ecovadis è medaglia d’argento di sostenibilità

Acqua Lauretana – Impresa green

(Foto: facebook.com/lauretana.it)

L’azienda ha brillantemente superato il processo di valutazione della sostenibilità ambientale, posizionandosi tra le imprese green del suo settore con le migliori performance a livello globale

L’acqua Lauretana è medaglia d’argento per sostenibilità: a stabilirlo è l’ente certificatore Ecovadis, che ha attentamente valutato l’impegno concreto dell’azienda biellese, promuovendola a pieni voti. Tra le azioni per la sostenibilità ambientale messe in campo da Lauretana c’è la cura per il riciclo dei materiali (dalle bottiglie ai tappi), l’attenzione a contenere il più possibile gli sprechi e la volontà di produrre in modo etico, nel rispetto della natura e dell’identità locale. 

La certificazione per la sostenibilità di Ecovadis

Ecovadis è una piattaforma di valutazione della sostenibilità attualmente tra le più accreditate. Presente in oltre 160 paesi nel mondo, vede l’adesione volontaria di oltre 75 mila imprese che afferiscono a circa 200 settori merceologici. Il primo step del processo di valutazione comprende l’attento monitoraggio dei parametri verificabili di CSR (Corporate Social Responsibility). In secondo luogo Ecovadis propone alcune azioni volte al miglioramento costante delle pratiche ambientali e sociali, in linea con gli asset istituzionali in tema di sostenibilità ambientale.

Lauretana conquista la medaglia d’argento per sostenibilità

Lauretana, secondo Ecovadis, si colloca nella top 11% delle aziende con le migliori performance di sostenibilità a livello globale, nel settore produzione di acque minerali e di bibite analcoliche. L’ente valuta le performance per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente, gli acquisti sostenibili e l’etica del lavoro: in tutti questi frangenti l’azienda biellese ha superato l’esame a pieni voti, conquistando la certificazione e la “medaglia d’argento”. 

Materiali riciclabili e riduzione degli sprechi

Sul fronte della produzione Lauretana ha fatto una scelta: trattare in modo responsabile e consapevole le risorse naturali nei processi produttivi, riducendo i consumi e favorendo il recupero ed il riciclaggio dei rifiuti.

Le bottiglie, quindi, sono prodotte in PET (polietilene tereftalato) 100% riciclabile e in vetro riutilizzato con il sistema del vuoto a rendere. I tappi in alluminio delle bottiglie in vetro, invece, vengono riciclati attraverso processi di raccolta differenziata dedicati.

L’azienda, inoltre, si impegna per la massima tutela delle sorgenti dalle quali sgorga l’acqua, ponendo grande attenzione alla corretta gestione del territorio, con l’obiettivo di mantenerlo incontaminato

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli