Bloom fa “sbocciare” i talenti in azienda

Performance coaching aziendale, metodo Bloom

(foto Shutterstock)

Un team interdisciplinare aiuta manager e dipendenti ad intraprendere un viaggio interiore che li porterà a scoprire potenzialità nascoste

Da Microsoft a Gucci, da Enel a Wind3, da Mercedes a Ferrovie dello Stato: sono numerose le grandi aziende che, finora, si sono già avvicinate almetodo Bloom”, basato sul modello delle “intelligenze evolutive”.

L’assunto di base è che il lavoratore è una persona e può contribuire ad aumentare la produttività dell’impresa. E questo non solo grazie alle abilità o competenze “hard” ma anche grazie al fatto di stare bene e di riuscire ad esprimere tutto il proprio potenziale.

Il metodo Bloom mette in campo una serie di specialisti molto diversi fra loro, dallo psicologo al preparatore atletico, e ha l’obiettivo, come suggerisce il nome, di far sbocciare i talenti nascosti di ogni persona.

Ottenere il massimo dalle potenzialità di ognuno

Sviluppato in oltre 20 anni di ricerche, il metodo Bloom si fonda sul modello delle intelligenze evolutive. L’idea di fondo è che l’esperienza umana è un prodotto dell’interazione e dell’integrazione di molteplici intelligenze (emotiva, creativa, intuitiva…), alimentate e sviluppate in determinati momenti della nostra vita.

Quando queste intelligenze vengono alimentate e integrate fra di loro, ci permettono di ottenere il massimo delle nostre potenzialità. Raggiungere lo scopo, tuttavia, non è semplice: per farlo dobbiamo liberarci da una serie di resistenze (automatismi, emozioni non elaborate, paure…) che appesantiscono il nostro sistema e ostacolano l’utilizzo delle risorse che abbiamo sempre a disposizione.

Team interdisciplinare

A metà strada fra la Psicologia Clinica e la spiritualità, il metodo Bloom fonde diverse discipline, tradizioni e approcci, tra cui:

  • Scienze dell’Organizzazione
  • Psicologia dell’Evoluzione Umana
  • Mindfulness e Meditazione
  • Performance Coaching
  • Ricerca Spirituale
  • Neuroscienze
  • Bioenergetica
  • Arte.

Variegato, di conseguenza, è anche il team di specialisti che Bloom mette a disposizione delle aziende. Ci sono:

  • cardiologi
  • filosofi
  • neuroscienziati
  • coach
  • preparatori atletici
  • musicisti.

Questi professionisti, secondo il metodo Bloom, collaborano per consentire ad amministrativi, dirigenti, manager, di esprimere al meglio le loro capacità realizzative, creative e mentali.

Psicologia dell’evoluzione

I fondatori di Bloom, Luca Virdia e Danilo Simoni, sostengono che “solo lavorando in maniera integrata su tutte le dimensioni che regolano la nostra vita – da quella corporea fino a quella spirituale – possiamo esprimere il nostro pieno potenziale, e raggiungere i nostri obiettivi traendone una vera e profonda soddisfazione”. Per questo, la mission di Bloom è “aiutare chi lo desidera a evolvere, scoprire la propria natura più autentica ed esprimerla”.

Il metodo Bloom si colloca nell’ambito della psicologia dell’evoluzione, una specifica branca della psicologia che si interessa dei metodi che permettono ad ogni essere umano di fiorire ed esprimere le proprie qualità realizzative, emotive, mentali, creative.

Già testato da numerosi big

Ma attenzione: “quella di Bloom” mette in guardia la società, “non è una psicologia del benessere. Al contrario, chi decide di mettersi in viaggio smette ben presto di fare sonni tranquilli.

Sente una tensione che spinge ad andare avanti. A non accontentarsi, a non indugiare in facili vittorie. Il benessere a cui aspira non è quello a buon mercato delle sensazioni positive, bensì quello profondo e duraturo della realizzazione umana”.

Numerose sono le grandi aziende che hanno già sperimentato questo metodo. Tra queste, oltre alle già citate: Findomestic, Poste Italiane, Lamborghini, Fastweb, Autostrade per l’Italia, Gruppo Hera, Louis Vuitton, BNP Paribas, Tim, Campari Group, Findus, Generali, Fendi, Angelini.

 

Leggi anche:

Il coaching, strumento di crescita personale e lavorativa

Trovare motivazione e scoprire i propri talenti, l’aiuto di Changers per HR

Dieci trend post-pandemia per la gestione dei talenti

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli