Tang Yu, prima ceo robot al mondo, amministra la società cinese NetDragon

Il robot amministra una società da 10 mld di dollari e 6 mila dipendenti. Non ha stipendio, non va in vacanza, ma investe e valuta i rischi in tempo record

Ha un sorriso composto, trucco delicato, tailleur grigio lilla elegante ma non troppo formale. I suoi modi sono sempre gentili, ma se c’è bisogno Tang Yu sa essere molto decisa. La prima ceo robot al mondo governa una società cinese che sviluppa videogiochi, vale 10 miliardi di dollari e conta 6 mila dipendenti.

Parola d’ordine: efficienza

NetDragon Websoft è un colosso a livello mondiale con sede a Fuzhou, nel sudest della Cina. Fino a poco tempo fa, la società era guidata da un anziano CEO in carne e ossa, con cui Mrs Tang Yu “assunta” nel 2017 ha lavorato fianco a fianco per cinque anni.

Una formazione in piena regola, che ha permesso alla super manager di imparare tutto il necessario per prendere le redini. E la promozione, alla fine, è arrivata: qualche mese fa la società ha reso noto il nuovo incarico e tutto ciò che ne consegue: un esperimento «pionieristico», per usare le parole dell’azienda, che «porta l’uso dell’intelligenza artificiale per la gestione aziendale a un nuovo livello».

Efficienza, per Tang Yu, è molto più che una parola d’ordine. La CEO robot è in grado di concentrarsi per il 100% delle ore lavorative senza alcuna distrazione, non ha bisogno di pause caffè, non ha una vita privata che le sottragga tempo da dedicare all’azienda. Non andrà mai in maternità, né in ferie, non necessità di bonus e anzi: non guadagna un solo yen. Il suo costo, in termini di stipendio e di contributi, è pari a zero.

Il ruolo di Tang Yu in azienda

Per i dipendenti e i colleghi che hanno bisogno di lei, Mrs Tang Yu è sempre disponibile e sorridente. Può comparire nei loro computer a qualsiasi ora del giorno e della notte, rispondendo a qualunque loro richiesta.

Il suo ruolo all’interno dell’azienda è cruciale e ha ben poco da invidiare a un collega in carne e ossa. La manager decide, organizza, investe. Se necessario, può essere severa e sanzionare chi sbaglia.

La sua presenza, dice l’azienda, sarà in grado di «valorizzazione i talenti e le risorse umane» e anche di «assicurare condizioni di lavoro eque ed efficaci per tutti i dipendenti».

Un esperimento “pionieristico” che trasformerà l’azienda

Come un qualsiasi CEO, Tang Yu avrà la responsabilità di progettare l’organizzazione, definirà budget, investimenti, mercati, partnership e prodotti. In più, la sua intelligenza artificiale le permetterà di valutare i rischi in modo estemporaneo, con molta accuratezza.

Il robot funzionerà anche come un «hub di dati in tempo reale» e come un «dispositivo di analisi per sostenere decisioni razionali nelle operazioni quotidiane».

«Crediamo che l’IA sia il futuro per quanto riguarda la gestione aziendale» ha dichiarato Dejian Liu, Presidente di NetDragon nonché persona più vicina a Tang Yu. «La nostra nomina della signora Tang Yu» continua Liu «rappresenta il nostro impegno ad abbracciare l’uso dell’intelligenza artificiale per trasformare il modo in cui gestiamo la nostra attività e, in ultima analisi, guidare il nostro futuro strategico».

«Guardando avanti, continueremo ad espandere i nostri algoritmi dietro Tang Yu per costruire un modello di gestione aperto, interattivo e altamente trasparente mentre ci trasformiamo gradualmente in comunità di lavoro basata sul metaverso. Questo ci consentirà di attrarre una base molto più ampia di talenti in tutto il mondo e di raggiungere obiettivi più grandi».

 

Leggi anche:

Lavorare nel metaverso, quali opportunità nei prossimi anni

Trend HR 2022, dall’innovazione phygital al metaverso

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli