Fondi pensione. Come funziona il Fondo pensione aperto?

(foto Shutterstock)

Cosa sono e come può essere liquidata la pensione complementare gestita da un Fondo pensione aperto

Cosa sono i Fondi pensione aperti? 

I Fondi pensione «aperti» sono fondi che consentono a chi vi contribuisce di ottenere una seconda pensione grazie all’apporto periodico di denaro; normalmente viene stipulato un piano pensionistico con il Fondo a cui si vuole aderire.  

I Fondi pensione aperti sono gestiti da banche, società di gestione del risparmio, imprese assicurative e da imprese di investimento; l’apporto di contribuzione a questi Fondi rientra in quella che chiamiamo come previdenza complementare o integrativa.

Erogazione rendita Fondo pensione aperto

Al momento della scelta del piano pensione, o successivamente, si può decidere di essere liquidati dal Fondo pensione aperto in diversi modi. Questa seconda pensione può essere chiesta sotto forma di:

  • rendita vitalizia;
  • 50% di rendita vitalizia e 50% di capitale;
  • 100% di capitale.

Anticipata liquidazione Fondo pensione

Si può richiedere la liquidazione anticipata al Fondo? Sì.

Se si hanno specifiche esigenze personali, è possibile chiedere la liquidazione anticipata del montante maturato e cioè di quanto si è versato per la pensione integrativa; di regola, è possibile ottenere un anticipo quando: 

  • si devono sostenere spese sanitarie straordinarie documentate, connesse ad interventi e terapie per malattia gravi che possono riguardare, oltre che il contribuente, il coniuge o i figli; in questo caso, è possibile chiedere al massimo il 75% del montante maturato;
  • acquisto o ristrutturazione prima casa, per sé stessi o per i figli. È possibile ottenere l’anticipo del 75% del montante maturato, dopo 8 anni dall’adesione al Fondo;
  • in generale, per motivi personali, dopo 8 anni dall’adesione al Fondo, per un ammontare massimo del 30% del montante maturato.

Per verificare l’anzianità maturata nel Fondo pensione bisogna considerare tutti i periodi di partecipazione alle forme pensionistiche complementari maturati dalla data di prima iscrizione ad un Fondo pensione, che può non coincidere con il Fondo al quale si chiede l’anticipazione.

 

Leggi anche:

Previdenza complementare, cos’è e perché conviene

La previdenza complementare per i dipendenti pubblici

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.