Lavorare con app realtà virtuale Horizon Workrooms

img 1: “Donna lavora in realtà virtuale con la app Horizon Workrooms”

(foto Shutterstock)

Con la realtà virtuale Horizon Workrooms si può lavorare da qualsiasi luogo, condividendo le attività con i colleghi

L’app Horizon Workrooms rivoluziona il modo di lavorare di aziende e dipendenti,  utilizzando la virtual reality. Lanciata dall’ideatore di Facebook, Mark Zuckerberg, viene sperimentata già da molte aziende in tutto il mondo, e rappresenta un acceleratore di un cambiamento radicale già in atto da tempo: la possibilità di utilizzare spazi virtuali di condivisione con i colleghi, favorisce la diffusione dello smart working

Come funziona Horizon Workrooms

Per poter utilizzare l’app, attualmente è necessario avere a disposizione il visore di realtà virtuale Oculus Quest 2, con il quale si potrà entrare nella stanza condivisa con i colleghi, e fare esattamente tutto ciò a cui si è abituati nell’ambito di un normale meeting in presenza: alzare la mano, parlare, scrivere su una lavagna, fare presentazioni su un proiettore. Tutto ciò, con il vantaggio di potersi trovare in qualsiasi luogo: dal parco al giardino di casa, dalla propria abitazione ad una panchina in una grande metropoli, fino ad arrivare ad una località di villeggiatura scelta per le vacanze. 

Per accedere alla app e provarla, ci si può iscrivere, creando un nuovo team di Workrooms su Workrooms.com. Se, invece, altri colleghi stanno già utilizzando Workrooms, possono inviare un’e-mail di invito per entrare a far parte del loro team esistente. L’iter successivo è semplice: si devono accettare i termini, confermare di avere almeno 18 anni, e scegliere un nome da visualizzare in Workrooms.

Dopo aver creato un account, si scarica Horizon Workrooms da Oculus storesul proprio Quest 2, e poi si seguono le istruzioni nell’app per associare il visore VR al proprio account. 

https://www.youtube.com/watch?v=lgj50IxRrKQ&t=35s&ab_channel=Oculus

(presentazione Horizon Workrooms)

I vantaggi di Horizon Workrooms

Horizon Workrooms consente alle persone di riunirsi per lavorare nella stessa stanza virtuale, indipendentemente dalla distanza fisica. Funziona sia sulla realtà virtuale che sul Web, ed è progettato per migliorare la capacità di ogni team di collaborare, comunicare e connettersi in remoto, attraverso la potenza della realtà virtuale, che si tratti di riunirsi per scambiare idee, lavorare su un documento, ascoltare gli aggiornamenti dei colleghi.

L’app, per la prima volta, riunisce alcune delle migliori nuove tecnologie in un’unica esperienza, utilizzando funzionalità come il monitoraggio della scrivania e della tastiera, il monitoraggio delle mani, lo streaming del desktop remoto, l’integrazione delle videoconferenze, l’audio spaziale e i nuovi avatar di Oculus, che possono essere personalizzati da ciascun membro del team. 

Di fatto, Horizon Workrooms crea un’esperienza di produttività alternativa: la diffusione dello smart working è stata notevolmente accelerata dalla pandemia, e ha gettato le basi per lo sviluppo di un nuovo modo di lavorare, in cui acquista sempre più importanza l’autonomia delle persone. Il luogo, e il tempo che si dedica al lavoro non sono più fondamentali, mentre è importante il risultato che si raggiunge. 

Questa app VR può essere considerata come lo strumento che mancava allo smart working per essere completo: utilizzando l’intelligenza artificiale è possibile lavorare da remoto senza farsi mancare la possibilità di incontrare e confrontarsi con i propri colleghi sulle attività da portare avanti. 

Leggi anche:

“Una formazione alternativa con gaming e tecnologia digitale. La creatività di Altaformazione”

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli