Categorie lavori usuranti per pensione anticipata

(foto Shutterstock)

Alcune professioni consentono di andare in pensione prima perché più faticose e pesanti. Vediamole

Quali lavori fanno accedere alla pensione anticipata?

Recentemente il Governo sta valutando di ampliare la cerchia dei lavori cosiddetti “usuranti” che potrebbero consentire a molti lavoratori di andare in pensione prima dei 67 anni, e l’idea è quella di estendere l’Ape Sociale ad alcuni lavoratori.

Attualmente, per chi ha maturato i requisiti entro il 2022, è possibile andare in pensione anticipatamente, senza l’Ape sociale, purché si siano svolti determinati lavori:

  •   usuranti;
  •   notturni;
  •   a « linea catena»;
  •   conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a nove posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

Lavori usuranti, quali sono?

La legge ha stabilito che i lavori usuranti sono quelli particolarmente faticosi e pesanti, e cioè quelli svolti in galleria, cava o miniera, tutte le mansioni svolte in sotterraneo, i lavori in cassoni ad aria compressa, i lavori svolti dai palombari, i lavori svolti ad alte temperature, i lavori che prevedono la lavorazione del vetro cavo, i lavori espletati in spazi ristretti, riparazione e manutenzione navale, e i lavori di asportazione dell’amianto.

Quando si può essere considerati lavoratori notturni?

Per essere considerati lavoratori notturni è necessario svolgere parte del proprio orario di lavoro, tra mezzanotte e le cinque del mattino (periodo notturno); i lavoratori notturni si dividono in:

  • lavoratori a turni che prestano la loro attività nel periodo notturno per almeno 6 ore per un numero minimo di giorni lavorativi all’anno non inferiore a 78 per coloro che maturano i requisiti per l’accesso anticipato tra il 1° luglio 2008 e il 30 giugno 2009 e non inferiore a 64 per coloro che maturano i requisiti dal 1° luglio 2009;
  • lavoratori che prestano la loro attività giornaliera per almeno tre ore nell’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino per l’intero anno lavorativo;

 Lavorazioni svolte da addetti alla cosiddetta «linea catena»

Quando i lavoratori sono impiegati in mansioni organizzate in sequenze di postazioni e lavorano in aziende contraddistinte da un ritmo lavorativo ripetitivo e costante che producono determinati oggetti in serie, ad esempio: prodotti dolciari, additivi per bevande resine sintetiche, macchine per cucire e rimagliatrici per uso industriale e domestico, apparecchi termici di produzione di vapore, di riscaldamento, e di refrigerazione.

Per quanto tempo si deve aver svolto questi lavori?

I lavoratori hanno diritto al trattamento pensionistico anticipato qualora abbiano svolto una o più delle attività lavorative qui viste, per un periodo di tempo pari:

  • ad almeno sette anni negli ultimi dieci di attività lavorativa;
  • ad almeno la metà della vita lavorativa complessiva.

 

Leggi anche:

5 trucchi per andare in pensione prima nel 2021

Requisiti pensione anticipata e come richiederla

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.