I buoni pasto, dove li accettano?

(foto Shutterstock)

Da regolamento, non tutti i buoni pasto possono essere usati in bar e supermercati, ecco come funziona

I ticket restaurant sono uno dei benefit più apprezzati dai lavoratori. I dipendenti hanno a disposizione un plafond per pranzare o per fare la spesa, risparmiando così sui costi per mangiare, a casa e al lavoro.

Allo stesso tempo è uno strumento conveniente anche per l’azienda, che in questo modo risparmia sul costo del lavoro e sul servizio mensa. È infatti prevista un’esenzione da tasse e contributi fino a 8 euro (4 euro per i ticket cartacei) per ciascun giorno lavorativo.

Banner Banner

La sempre maggiore diffusione di questo strumento ha acceso un interessante dibattito tra gli esercenti e il 15 giugno 2022 si è tenuto il primo sciopero dei supermercati e dei ristoratori, che hanno chiesto commissioni e oneri più bassi per poter continuare a offrire questo servizio.

Dove spenderli e chi li accetta

Per conoscere in quale esercizio commerciale possono essere spesi i ticket restaurant erogati dal proprio datore di lavoro è necessario consultare il sito o le guide informative delle società emittenti i buoni. 

In generale, i ticket restaurant consentono ai dipendenti che li ricevono di acquistare pasti o prodotti alimentari, e possono essere spesi presso bar, servizi di ristorazione, alimentari o supermercati convenzionati con la società emittente.

Quali supermercati li accettano

Tutto dipende dalle convenzioni stipulate tra le società emittenti i ticket restaurant e i supermercati.

A seconda delle principali società emittenti i buoni pasto, i supermercati dove si possono spendere sono:

  • per Edenred: Carrefour, Esselunga, Conad, Coop, Unes, Bennet, Iper, Eataly, Despar, Penny Market, Interspar, Famila, Crai, Simply, Todis e molto altro;
  • per Repas: Carrefour, Esselunga, Coop, Oasi, Conad, Crai, Famila, Despar, Tigre, A&O, e altri ancora;
  • per Sodexo: presso i supermercati affiliati da consultare nel sito.

Come funzionano

I buoni possono essere cartacei o elettronici. Nel primo caso, al dipendente viene consegnato un blocchetto; nel secondo, invece, una tessera elettronica, molto simile a un bancomat.

Al momento dell’acquisto dei pasti o dei prodotti alimentari, basta presentare la tessera o il ticket cartaceo al ristoratore o al cassiere del supermercato.

Nel caso in cui il prezzo fosse superiore al valore di un buono, è possibile pagare la differenza in contanti o carta. È possibile anche utilizzare più buoni, fino a un massimo di 8 buoni per transazione.

Elettronico e cartaceo: le differenze

Le due tipologie non si differenziano solo per l’aspetto materiale – ossia un carnet di buoni cartacei e una tessera molto simile a un bancomat o a una carta di credito. La diversa tipologia comporta anche una diversa soglia di esenzione da tasse e contributi, ossia

  • i cartacei sono esenti fino a 4 euro cadauno;
  • quelli elettronici sono esenti fino a 8 euro cadauno.

Anche la scadenza dei ticket è diversa: in quelli cartacei la data è riportata direttamente nel buono, mentre in quelli elettronici è necessario consultare la propria pagina personale sul sito (o app) della società emittente per scoprire la disponibilità residua e la relativa scadenza.

Ne ho diritto anche in smart working?

Con la diffusione generalizzata del lavoro agile, una delle domande più gettonate è stata: gli smart workers hanno diritto ai ticket restaurant?

Secondo una prima sentenza del Tribunale di Venezia, l’azienda non è tenuta a fornire i buoni in caso di lavoro agile. La ragione? Lavorando da casa e senza orari, i dipendenti non subisce alcun disagio per l’assenza di una mensa aziendale.

Tuttavia, molte imprese, per rispettare un pari trattamento di tutti i propri lavoratori, stanno continuando a erogare i ticket anche a chi lavora in smart working. Ed è una scelta incentivata anche dall’Agenzia delle Entrate, che ha confermato, anche in questa ipotesi, l’esenzione da tasse e contributi.

 

 

Leggi anche:

Buoni pasto, le risposte alle domande più frequenti

È possibile avere i buoni pasto in smart working?

Quando scadono i buoni pasto?

 

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli