L’outplacement, aiuto per trovare un’occupazione differente

(foto Shutterstock)

L’outplacement, cos’è e come funziona questo utile servizio che funge da supporto alla ricollocazione del lavoratore

Cosa si intende per outplacement?

L’outplacement è un servizio che le aziende possono rivolgere a tutti o solo ad alcuni lavoratori che si devono ricollocare nel mercato del lavoro; può essere proposto ai dipendenti di qualsiasi categoria, siano essi dirigenti, quadri, impiegati o operai. Lo scopo del servizio è quello di supportare i lavoratori in esubero o in uscita dall’azienda a trovare un nuovo impiego.

Il servizio può essere:

Banner Banner
  • individuale, e cioè offerto ad una singola persona;
  • collettivo, rivolto a parte o alla totalità di dipendenti in uscita dall’azienda: pensiamo, ad esempio, ad aziende in crisi o in cassa integrazione che devono licenziare più di una persona.

 Outplacement, come funziona? 

Quando un’azienda deve gestire l’uscita di alcuni suoi dipendenti lo può fare offrendo loro un servizio di outplacement; in questo caso il datore di lavoro contatterà una società riconosciuta dal Ministero del lavoro che si occuperà di attivare un percorso di ricollocamento. Con l’aiuto della società di outplacement si cercherà e troverà una nuova occupazione ai lavoratori da ricollocare.

Cosa fa una società di outplacement?

Normalmente le società che si occupano di outplacement gestiscono la ricollocazione di lavoratori a rischio disoccupazione, con un percorso che prevede:

  • la valutazione delle competenze dei lavoratori da ricollocare;
  • il supporto nella redazione del curriculum vitae e della lettera di presentazione;
  • l’aiuto nel trovare nuove opportunità di lavoro in linea con le caratteristiche e competenze del lavoratore;
  • il supporto nella valutazione delle offerte lavorative e nel re-inserimento nel mondo del lavoro.

Alcuni servizi di outplacement possono comprendere anche una componente formativa oltre a quella di ricerca di una nuova occupazione.

Costo outplacement, e come viene tassato?

Dipende dai servizi offerti dalla società di outplacement.

Il costo del servizio, di solito, è a carico dell’azienda. Se il servizio di outplacement viene fruito dopo la risoluzione del rapporto di lavoro, il valore dell’outplacement può essere considerato come una sorta di integrazione all’incentivo all’esodo che di solito viene corrisposto per facilitare la cessazione del rapporto di lavoro.

 

Leggi anche:

A quanto ammonta l’indennità di disoccupazione NASpI?

Come non perdere la NASpI con i PrestO (gli ex voucher) o il Libretto famiglia

Se trovo lavoro, perdo l’indennità di disoccupazione?

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli