Facilitare relazione tra funzioni diverse. L’esperienza di SAS

img 1: “Due colleghi analizzano un documento al pc”

(foto Shutterstock)

Ascolto e organizzazione le priorità dell’HR nel mondo del lavoro che cambia. SAS investe nell’employer experience

Il ruolo dell’HR si trasforma e acquisisce nuovo valore nell’ambito delle relazioni tra le diverse funzioni aziendali. L’ascolto trasversale delle persone, a tutti i livelli, è la priorità di questa figura manageriale, destinata sempre di più a fare la differenza nei processi decisionali delle imprese. A raccontare come sta cambiando la professione HR è Elena Panzera, Senior HR Vice president SAS e Presidente di AIDP Lombardia

img 2: “Elena Panzera, Senior Vice president SAS”
(in foto Elena Panzera, Senior Vice president SAS)

Laureata in Psicologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Elena Panzera è cresciuta professionalmente nel mondo HR, ed è una vera appassionata delle relazioni umane. A questo interesse ha aggiunto quello per il marketing, accrescendo le proprie competenze nella funzione HR, e oggi è professore a contratto del corso in Human Resources Information Systems all’Università degli Studi di Milano: “Ho svolto sempre il ruolo di HR director – racconta Elena Panzera –, ma ho anche sempre avuto un’anima business. La mia passione più grande è legata all’ambito del people analytics, e altrettanto considero importante il ruolo del coaching, nel mondo del lavoro di oggi”. 

SAS, società specializzata in business analytics

Unica società a capitale privato nel settore del business analytics, SAS ha oltre 40 anni di storia alle spalle e, forte della sua esperienza, si prefigge l’obiettivo della quotazione in Borsa entro il 2024. Attualmente conta 15.000 dipendenti, distribuiti in tutto il mondo, ed Elena Panzera guida un team di 100 HR, impegnati con lei nel coordinare e seguire le persone di 55 Paesi

img 2: “Elena Panzera, Senior Vice president SAS”
(Gli uffici di SAS a Milano)

HR, collegamento tra le funzioni aziendali

“Nel periodo precedente la pandemia viaggiavo molto – dice Elena Panzera –, e in un mondo completamente cambiato ci si chiede cosa sia necessario e a cosa, invece, si possa rinunciare. Ecco che si dà priorità a viaggi dove l’interazione vis-à-vis sia differenziante, mentre per riunioni meno complesse si utilizza la tecnologia

In questo scenario così trasformato, si deve essere capaci di gestire l’immediato: in un mondo virtuale è indispensabile un presidio dell’operatività, e una relazione più stretta con le persone. Ma altrettanto importante e contemporanea deve essere una visione a lungo raggio per poter disegnare una strategia a medio termine dove le persone possano essere al centro della business strategy”.

La figura HR si avvicina a quella dell’account manager: “Ci prendiamo cura delle persone e, oggi più che mai, serve creare un’architettura di ascolto delle organizzazioni. Non è più efficace lavorare da soli, e l’HR deve cercare di essere un facilitatore di relazione tra le varie figure professionali – prosegue Elena Panzera –. L’HR ha un ruolo trasversale, che parte e finisce nell’ascolto. Nell’epoca dello smart working, noi crediamo nel valore delle ‘3 C’, come leva dell’engagement”.

Collaborare, comunicare, celebrare nel lavoro ibrido

A fare la differenza nelle performance delle persone e nel raggiungimento dei risultati aziendali è la motivazione di chi lavora: “Siamo convinti che la collaborazione sia fondamentale per creare un clima sano e produttivo tra persone, anche e soprattutto in un contesto di lavoro ibrido dove la responsabilità e l’autonomia sono elementi imprescindibili al buon funzionamento delle varie attività”, conclude Elena Panzera

“Un altro fattore irrinunciabile, e legato al lavoro di squadra, è la comunicazione, necessaria a snellire i processi e allineare le persone verso gli obiettivi stabiliti”.

La terza ‘C’ è quella relativa alla celebrazione, come momento in cui le persone possono incontrarsi per condividere emozioni, desideri, aspirazioni e anche difficoltà, riconoscendosi parte di un progetto comune

Leggi anche:

Lavoro su misura per aumentare l’engagement

Sicon-Socomec: ascolto e dialogo per il benessere delle persone

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli