Revisione invalidità la nuova procedura

Revisione invalidità la nuova procedura

(foto Shutterstock)

L’INPS ha adottato una procedura informatizzata per revisione invalidità civile

Con il messaggio del 25 febbraio 2022 l’INPS ha illustrato la nuova procedura di revisione dell’invalidità civile. L’obiettivo dichiarato è di rendere la procedura meno gravosa, più celere e immediata, «a vantaggio dell’economicità e dell’efficienza del procedimento amministrativo». 

Nel caso in cui l’interessato possieda tutta la documentazione, l’intera procedura inizia e si conclude on line, senza necessità di visita medica.

Chi ha l’obbligo di revisione della invalidità?

L’INPS deve procedere a effettuare delle visite di controllo periodiche per accertare che lo stato di invalidità persista.

Chi sono i soggetti obbligati a sostenere la revisione dell’invalidità civile?

Sono oggetto di revisione tutte le situazioni personali di invalidità civile, cecità civile, sordomutismo e tutte quelle di handicap ai sensi della legge 104.

Una volta riconosciuto lo status di invalido civile, l’INPS, nel corso degli anni, è obbligata ad effettuare delle visite di controllo e revisione.

La nuova procedura INPS di revisione invalidità civile 

L’INPS ha informatizzato completamente il procedimento di revisione. Se infatti l’interessato possiede la documentazione medica aggiornata, è possibile caricare i documenti on line senza dover sostenere alcuna visita medica.

Come funziona la nuova procedura?

  • L’interessato riceve l’avviso di revisione almeno 4 mesi prima della data prevista per la «visita»;
  • Con questa notifica il cittadino viene invitato a caricare tutta la documentazione medica richiesta all’interno del portale on line, alla sezione «Allegazione documentazione sanitaria Invalidità Civile»;
  • La documentazione va caricata entro al massimo 40 giorni dalla data prevista per la visita di revisione;
  • La commissione medica valuta la documentazione: se è completa e certifica la persistenza dell’invalidità civile, la procedura di revisione si conclude positivamente.

Quando viene fissata la visita revisione INPS?

Nel caso in cui il cittadino si dimentichi di caricare la documentazione medica, oppure questa non è sufficiente a dimostrare la persistenza della situazione di invalidità, l’interessato deve presentarsi fisicamente alla visita di revisione.

 L’INPS invia più messaggi e promemoria: la convocazione alla visita fiscale avanti alla Commissione è trasmessa via posta ordinaria. È possibile avere conferma della data della visita tramite consultazione della propria posizione personale su My Inps.

Nel caso in cui l’interessato abbia comunicato i propri recapiti telefonici, è attivo anche un sistema di reminding tramite sms e telefonate.

Cosa succede se non mi presento alla visita? 

Se non si può presenziare alla visita, è necessario informare la Commissione e presentare documentazione giustificativa. Se la l’assenza è giustificata, la Commissione fissa la nuova data per la visita.

Diversamente, vengono sospese le tutele derivanti dallo status di invalido civile e dopo 90 giorni, se non viene rifissata la visita di revisione, vengono revocate le prestazioni.

 

 

Leggi anche:

Assistenza ai disabili: i permessi 104

Legge 104, permessi per i familiari: come prenderli

Agevolazioni legge 104 disabili: non solo permessi

 

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.