I “Personal shopper del caffè” di NIMS, e la loro formazione

img 1: “Macchine del caffè Lavazza, modelli in Black Elogy Milk, e in Black Elogy”

(foto NIMS)

Il Personal coffee shopper, nuove opportunità professionali provenienti da un settore in espansione

Il Personal Shopper del caffè è una nuova figura professionale lanciata da NIMS, azienda padovana parte del Gruppo Lavazza, che ha aperto in queste settimane la campagna di reclutamento per i nuovi talenti.

NIMS in numeri

NIMS, specializzata nella distribuzione e vendita del caffè in capsule e delle macchine del caffè, testimonia come il comparto del caffè sia vivace e in rapida ascesa. Entrata nel Gruppo Lavazza nel 2017, quest’anno l’azienda registra numeri significativi: una crescita del fatturato di quasi il 10% rispetto al 2020, con 110 milioni di euro; 17 milioni di capsule vendute in più rispetto al 2020, arrivando a circa 270 milioni totali; oltre 8 miliardi di tazzine di caffè vendute in 25 anni, per 1 milione di clienti. 

Risultati importanti, che sono stati raggiunti grazie ad un investimento costante sullo sviluppo del business e sulla formazione del personale: attualmente NIMS conta 130 dipendenti, e 150 uffici distribuiti su tutto il territorio nazionale, e un incremento del 20% nel personale commerciale, con 500 nuove figure entrate a far parte del mondo Lavazza e NIMS in qualità di personal shopper del caffè

img 2: “Sede NIMS”
(in foto, sede NIMS)

Il Personal Shopper del caffè

Il Personal Shopper è un esperto del miglior caffè, profondo conoscitore di questa bevanda così antica, e dei suoi diversi aromi. Incaricato alla vendita, è attento a tutte le nuove tendenze del settore, e possiede le competenze necessarie per accompagnare il cliente nella scelta del prodotto che desidera. 

Una nuova figura professionale, che viene formata appositamente per sviluppare competenze specifiche e particolari qualità umane, come la disponibilità e la capacità di ascolto con cui entrare in sintonia con il cliente. 

NIMS offre, per giovani e non solo, un’opportunità importante e concreta di lavoro flessibile e meritocratico, e una carriera in un settore in grande crescita. In Italia, infatti, il mercato del caffè continua a puntare sul porzionato, che si conferma il segmento più dinamico nello scenario italiano.  

Il legame con il cliente

Bere caffè può sembrare una cosa ordinaria, ma ci sono alcuni fattori che possono rendere unica la coffee experience: la comodità di gustarlo comodamente a casa o in ufficio, l’utilizzo di macchine moderne, l’opportunità di non restare mai senza prodotto, poter contare sulla professionalità di un consulente competente e disponibile a 360°.

Grazie all’esclusivo rapporto umano, che solo la vendita diretta può offrire, e all’eccellenza dei prodotti NIMS e Lavazza, il Personal Shopper del caffè diventa un brand ambassador dell’azienda, espressione di un sistema di valori basato su passione e inclusività

La stessa cura che NIMS ha per il cliente viene applicata al venditore, che segue un percorso di formazione attento e completo. In un contesto come quello attuale, molto rivolto alla digitalizzazione e alla vendita on line, la tendenza di mercato è Back to Human. Sarà questo un fattore chiave di successo per i Personal Shopper del caffè del prossimo futuro.

Chi può, e come, diventare Personal Shopper del caffè

Questa opportunità è rivolta a potenziali candidati dalla mente vivace, che abbiano la propensione a relazionarsi con un pubblico sia giovane che maturo, capaci di raccontare il mondo del caffè con il sorriso, andando incontro alle esigenze di ogni singola famiglia, piccola media impresa e persona. 

L’incaricato alla vendita di NIMS si pone in maniera moderna, e il suo lavoro nasce da un passaparola genuino e spontaneo ad opera di clienti già esistenti, dal tam tam virtuoso che si genera grazie alla serietà e alla preparazione del professionista.

«In un momento così particolare, dove regna l’incertezza – afferma Flavio Ferretti, Ceo di NIMS – siamo onorati di poter offrire l’opportunità di entrare nel nostro grande Gruppo, una realtà solida e sempre proiettata al futuro. Siamo inoltre convinti che la professione del Personal Shopper del caffè possa dare una rinnovata e moderna immagine al consulente, nuovo appeal ad un professionista preparato e competente, ambasciatore dell’azienda e consulente per il consumatore». 

Leggi anche:

‘Top Job – Best Employers 2020: le aziende dove lavorare è bello’

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli