LVMH, formazione nuovi talenti: 8.000 nuovi posti di lavoro

img 1: “Louis Vuitton headquarters, Parigi”

(foto LMVH)

Il colosso del lusso crede nei nuovi talenti e avvia un piano assunzioni straordinario: 8.000 nuovi posti di lavoro nel 2022

Si chiama ‘Istituto dei mestieri d’eccellenza’, ed è un progetto del gruppo LVMH che, dal 2017 ad oggi, ha permesso di formare 300 apprendisti in Italia, e di realizzare, nel mondo, 34 programmi di formazione per 27 mestieri e 39 maison partner, in 6 diversi Paesi, con 1.400 gli apprendisti, di cui ben il 72% donne. Parte da qui il piano di assunzioni di Louis Vuitton, il colosso parigino che ha deciso di puntare sui talenti emergenti prefiggendosi di assumere 8.000 persone entro il 2022.

LVMH, un piano assunzioni da record

La multinazionale francese è nata nel 1987 dalla fusione di Louis Vuitton e Moët Hennessy. Proprietaria di 75 brand di alta moda, profumi, orologi, vini e liquori, editoria e alberghi di lusso, prevede un progetto di assunzione a livello globale da 8.000 nuovi posti nel 2022, e 30.000 entro il 2024, dopo che nel 2021, sempre a livello mondiale, ne sono stati creati già altri 6.000.

Solo in Italia il gruppo conta 6.000 collaboratori che svolgono professioni di savoir-faire, divisi fra 7 maison, 246 boutique, 30 siti di produzione locali e una rete di 5.000 fornitori e appaltatori, per un totale di 100.000 persone che lavorano indirettamente su questo territorio. Tra i siti di produzione la grande novità è la nuova Fendi Factory, uno stabilimento da 13.000 mq a Bagno a Ripoli, che aprirà i battenti a settembre 2022.  

In Italia il tasso di disoccupazione giovanile si attesta al 30%, e secondo i dati di Altagamma, nei prossimi anni, mancheranno quasi 50.000 professionisti nel settore moda e nel settore pelletteria. Grazie al progetto di LVMH, dal 2017 ad oggi, sono stati formati 300 apprendisti, e nel 2022 sono attesi 80 nuovi talenti.

I mestieri d’eccellenza, nuova opportunità professionale

Il gruppo LVMH ha deciso di creare una carta per l’impegno nei mestieri di eccellenza: si tratta del patto patto “We for me”  (Worldwide engagements for metiers d’excellence), firmato dalle 75 maison del gruppo per il lancio di una serie di iniziative, tra cui il programma “Excellent”, partito quest’anno in Francia e implementato in Italia dal 2022, per sensibilizzare i più giovani, e far sì che  scelgano questi mestieri.

L’accordo è simbolo dell’impegno del Gruppo per la difesa e la promozione di questi mestieri, e ha come obiettivo la messa in risalto di una comunità di donne e uomini che svolgono lavori nei settori della creazione, dell’artigianato e dell’esperienza di vendita, e la trasmissione di circa 200 Métiers d’Excellence svolti all’interno delle Maison del Gruppo. Rientra in questo accordo anche il programma “Les Virtuoses LVMH”, il cui scopo è individuare i più meritevoli nella propria disciplina: finora sono stati identificati 67 talenti, di cui 17 in Italia.

Leggi anche:

‘Hotel Principe di Savoia’, persone vero valore delle organizzazioni’

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli