Come rendere le riunioni più coinvolgenti e produttive, con il visual thinking

Visual Thinking

Spesso durante le riunioni di lavoro si corre il rischio di divagare in discorsi lunghi e poco chiari. Immagini, grafici e foto possono essere di grande aiuto: vediamo come

Le riunioni sono il luogo in cui ci scambiano idee, si pianificano progetti, si condividono piani per il futuro e si prendono decisioni importanti. Tuttavia, non è un mistero, molte volte si trasformano in momenti estremamente noiosi, lasciando i partecipanti confusi e demotivati, e facendo colare a picco la produttività al lavoro.

E qui entra in gioco il “visual thinking“, una metodologia che usa immagini, diagrammi e grafici per migliorare la comunicazione e la comprensione durante le riunioni e in altri contesti lavorativi.

Ma come funziona esattamente? Innanzitutto, bisogna abbandonare l’approccio tradizionale basato solo sulle parole. Con il visual thinking, si utilizzano immagini o simboli per rappresentare concetti e idee chiave. Queste figure permettono di sintetizzare le informazioni in maniera immediata ed intuitiva.

In questo articolo esploreremo più nel dettaglio in cosa consiste questo metodo, quali sono i suoi vantaggi e alcuni strumenti utili pronti per l’uso.

Come funziona il visual thinking

Il visual thinking si basa sull’idea che il nostro cervello sia più propenso a comprendere e ricordare informazioni visive rispetto a testo o discorsi verbali. Utilizzando immagini, schemi e grafici, è possibile semplificare concetti complessi, rendendo più facile per tutti i partecipanti seguire e contribuire alla discussione. 

Ad esempio, durante una riunione di brainstorming, invece di elencare una serie di punti su una lavagna, si potrebbe utilizzare un diagramma di flusso o una mind map per visualizzare le connessioni tra le idee in modo più chiaro. Questo approccio può aiutare a coinvolgere tutti i partecipanti e a stimolare la creatività.

Quando le persone vedono un’immagine o un diagramma, inoltre, sono in grado di cogliere istantaneamente le relazioni e le connessioni tra i vari elementi, facilitando così la comprensione e la memorizzazione delle informazioni.

Vantaggi del visual thinking nelle riunioni di lavoro

Il visual thinking è un approccio innovativo che può trasformare radicalmente le riunioni aziendali, rendendole più coinvolgenti e produttive. Ma quali sono i vantaggi concreti?

Innanzitutto, grazie all’uso delle immagini, della grafica e dei diagrammi, il visual thinking permette di comunicare concetti complessi in modo semplice e immediato. Questo permette ai partecipanti di comprendere rapidamente i punti chiave e di focalizzarsi sugli elementi più importanti della discussione.

Un altro vantaggio del visual thinking è l’aumento del coinvolgimento durante le riunioni. Le persone tendono a essere più attente quando vengono coinvolte visivamente nella discussione attraverso disegni o schemi. Questo comporta una partecipazione più attiva e interessata da parte di tutti i membri del team.

Infine, l’utilizzo delle immagini favorisce un’esposizione più chiara e sintetica. Durante le riunioni tradizionali, spesso si rischia di divagare, di perdersi uscendo dal focus o con esempi astratti e poco comprensibili. Ma con il supporto visivo diventa più facile organizzare le idee e focalizzarsi sui punti chiave.

Strumenti per utilizzare il visual thinking

Ecco alcuni esempi di applicazione del visual thinking:

  • Immagini: Le immagini giocano un ruolo fondamentale nel processo di visualizzazione delle idee. Puoi utilizzare fotografie, illustrazioni o icone per rappresentare concetti complessi in modo più semplice e intuitivo. Questo permette a tutti i partecipanti di comprendere facilmente l’argomento e contribuire attivamente alla discussione.
  • Grafica: La grafica è un elemento essenziale del visual thinking. Puoi creare diagrammi, mappe concettuali o infografiche per organizzare visivamente le informazioni e facilitarne la comprensione da parte dei partecipanti. Utilizza colori vivaci, forme chiare e testo breve ed essenziale per rendere la tua grafica ancora più accattivante.
  • Software: Esistono anche numerosi software appositamente progettati per supportare il visual thinking durante le riunioni di lavoro. Alcuni esempi includono Mural, Lucidchart o Canva, che offrono strumenti intuitivi per creare disegni collaborativamente online. Queste piattaforme consentono anche di condividere facilmente i risultati con tutti i partecipanti dopo la riunione.

Leggi anche:

Riunioni in azienda: quattro distrazioni frequenti e come risolverle

Quale futuro per le riunioni di lavoro?

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.