Andare in pensione prima con l’isopensione

(foto Shutterstock)

Che cos’è, chi ne ha diritto e come funziona. È un’ipotesi di pensione anticipata?

Isopensione, cos’è?

L’isopensione è stata introdotta dalla riforma Fornero e si tratta di uno scivolo pensionistico pensato per i lavoratori prossimi al pensionamento; l’azienda che intenda favorire l’esodo dei lavoratori è tenuta ad accollarsi il costo degli anni di contribuzione mancanti alla pensione di vecchiaia del dipendente, oltre a provvedere al versamento di un assegno che tuteli il lavoratore dal punto di vista economico sino all’arrivo alla pensione. L’importo dell’assegno che il lavoratore percepirà mensilmente fino alla percezione del primo assegno pensionistico è pari a quanto gli spetterà a titolo di pensione.

Chi ha diritto all’isopensione?

Non è un diritto, bensì uno strumento che funziona attraverso un accordo tra le parti. Datore di lavoro e lavoratore, con la supervisione dei sindacati, decidono di attivare l’esodo e quest’ultimo può essere rivolto ad un singolo lavoratore o ad una collettività di lavoratori.

L’isopensione non è estesa a tutti ma solo ai lavoratori impiegati in aziende con più di 15 dipendenti a cui manchino al massimo 4 anni alla pensione, estesi temporaneamente a 7 anni per gli accordi sottoscritti entro il 2023. 

Isopensione, come funziona?

Per attivare l’isopensione sono necessari alcuni passaggi:

  • il datore di lavoro deve sottoscrivere un accordo quadro con le organizzazioni sindacali più rappresentative a livello aziendale;
  • il lavoratore deve aderire all’accordo;
  • l’azienda deve presentare l’accordo all’INPS corredata da una fideiussione;
  • l’INPS verifica i requisiti e approva la misura;
  • l’azienda fornisce, nel tempo, la provvista finanziaria per l’esodo dei lavoratori;
  • il rapporto tra lavoratore e azienda cessa secondo i termini dell’accordo;
  • il lavoratore riceve dall’INPS l’assegno di accompagnamento all’esodo fino alla pensione;
  • al lavoratore verranno accreditati gli anni di contribuzione mancanti alla pensione.

Isopensione e Quota 100 sono compatibili?

No. Quota 100 è una diversa ipotesi che consente di anticipare il pensionamento.
Di regola l’isopensione anticipa il pensionamento di 4 anni, 7 anni solo fino al 2023, rispetto alla pensione di vecchiaia o anticipata.

 

Leggi anche:

5 “trucchi” per andare in pensione prima nel 2021: i requisiti
Quota 100 nel 2021 come accedervi

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli