Proroga smart working semplificato fino al 30 giugno 2022

Smart Working: le novità dal 1 aprile

(foto Shutterstock)

Le novità per le aziende che vogliono continuare o inaugurare il lavoro da remoto

Con la fine dello stato di emergenza covid si torna alla normalità.

Il Governo ha previsto una road map per allentare le misure restrittive, anche per quanto riguarda l’accesso ai luoghi di lavoro.

Tra le nuove misure previste dal decreto-legge c’è la proroga dello «smart working semplificato » introdotto all’inizio dell’emergenza pandemica.  

Smart working: che cosa cambia dal 1° aprile?

Lo smart working semplificato permette alle aziende di disporre il lavoro agile anche senza il consenso dei dipendenti. La disciplina ordinaria – il decreto legislativo 81 del 2017 – prevede una regola base imprescindibile: lo smart working può essere disposto solo con accordo tra azienda e lavoratore.

Lo smart working semplificato, invece, può essere adottato sulla base della decisione presa unilateralmente dal datore di lavoro. Questo potere è concesso al datore di lavoro fino al 30 giugno 2022.

Invio dei nominativi in forma semplificata

La semplificazione dello smart working emergenziale riguarda anche l’aspetto amministrativo e una procedura più snella e meno onerosa per le aziende e i consulenti del lavoro. 

Fino al 30 giugno 2022 è sufficiente comunicare l’elenco dei dipendenti che lavorano da casa, anche mediante un’unica comunicazione.

Confermata la deroga introdotta due anni fa, a marzo 2020: non è necessario un invio per ciascun lavoratore e non è obbligatorio allegare tutti gli accordi individuali, che – come anticipato – fino a fine giugno non sono richiesti per poter collocare in smart working i collaboratori. 

  

 

Leggi anche:

Esiste un diritto allo smart working?

Cosa deve contenere l’accordo individuale smart working

Smart working, un protocollo con le linee guida per le aziende

 

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.