Welfare aziendale e Premio di risultato-02

Welfare aziendale e Premio di risultato

Cos’è il premio di risultato? Quali sono i vantaggi fiscali per il lavoratore e l’azienda nel convertirlo in welfare aziendale? In questo video tutte le risposte della consulente Cristina Zecchinato.

 

Ciao a tutti, sono Cristina Zecchinato e sono una consulente, in questa puntata del lavoro in 5 minuti parleremo della possibilità di convertire il premio di risultato in welfare aziendale. Vedremo insieme che cos’è il premio di risultato e quali vantaggi fiscali possono esserci nel trasformarlo in welfare oppure no. Partiamo!

 

Premio di risultato, cos’è 

Il Premio di risultato è la quota aggiuntiva alla retribuzione che viene riconosciuta ai dipendenti al raggiungimento di:

  • incrementi di produttività;
  • redditività;
  • qualità;
  • efficienza e innovazione aziendale.

Il lavoratore che percepisce il premio di risultato in busta paga, al verificarsi di determinate condizioni, può optare per una tassazione sostitutiva del 10% anziché quella ordinaria, sta a lui scegliere.

Conversione premio di risultato in welfare aziendale, quali i vantaggi?

Di regola sul premio di risultato si devono pagare tasse e contributi mentre con il welfare aziendale, se applicato osservando la normativa fiscale specifica, no. Il premio così percepito risulta più consistente per il lavoratore.

La parte di premio non sostituita dal welfare aziendale sarà assoggettata all’imposta sostitutiva del 10% o alla tassazione ordinaria.

Facciamo un esempio per capire meglio questo passaggio.

Se un lavoratore riceve un premio di risultato di 1.000 euro, questo, dopo tasse e contributi, sarà quasi del 20% in meno, quindi circa 800 euro netti, mentre con il welfare aziendale il lavoratore potrà percepire beni e servizi per il valore di 1.000 euro senza pagare nulla.

Anche per l’azienda costituisce un risparmio, infatti, il welfare aziendale gli costerà circa il 30% in meno rispetto all’erogazione del premio di risultato in busta paga.

Prima di entrare nel vivo dell’argomento vi spiego velocemente che cos’è il welfare aziendale!

 

Welfare aziendale, cos’è

Il welfare aziendale è l’insieme di tutti quei beni o servizi che un’azienda offre alla generalità dei propri dipendenti al fine di migliorare la loro qualità di vita e lavorativa.

Nel nostro ordinamento non vi è una definizione ben precisa di welfare aziendale; quello che esiste è una normativa fiscale e previdenziale volta a ridurre il costo di beni e servizi per l’azienda e le tasse per i dipendenti.

Un esempio di welfare? I ticket restaurant, viaggi, istruzione e altro ancora.

 

Si può decidere in autonomia di trasformare il premio di risultato in welfare?

No. La possibilità di trasformare il premio di risultato in welfare deve essere contemplata dalla contrattazione di secondo livello. Solo in questo caso il lavoratore può scegliere se ricevere il premio in denaro o in beni e servizi.

 Il video è finito e grazie per l’attenzione! Per non perdere altri video iscrivetevi al nostro canale YouTube e attivate le notifiche. Per rimanere sempre aggiornati sulle novità del mondo del lavoro iscrivetevi alla newsletter su laborability.com.

Vi segnalo inoltre che nel nostro magazine potete trovare anche tanti ebook gratuiti e podcast. Siamo anche sui principali social e sulle piattaforme di ascolto!

Se ci sono altri temi che vi piacerebbe approfondire, scrivetecelo nei commenti! Ciao a tutti e alla prossima!