Requisiti pensione anticipata, e come richiederla

Requisiti pensione anticipata - come richiedere

(foto Shutterstock)

La pensione anticipata è uno strumento utile per poter accedere alla pensione prima dei 67 anni, per fare ciò bisogna avere dei requisiti. Scopriamo quali

La pensione anticipata spetta ai soggetti iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO, sia per i lavoratori dipendenti che autonomi), alla Gestione Separata INPS, o alle forme sostitutive/esclusive dell’AGO.

Che cos’è la pensione anticipata?

La pensione anticipata è il trattamento pensionistico previsto per chi ha raggiunto determinati requisiti contributivi e cioè a prescindere dall’età anagrafica del contribuente.

Quindi, fino al 2026, chi gode del sistema contributivo misto, e cioè chi alla data del 31 dicembre 1995 stava già lavorando e versava i contributi, potrà andare in pensione se:

  • ha accantonato 42 anni e 10 mesi di contribuzione per gli uomini;
  • ha accantonato 41 anni e 10 mesi di contribuzione per le donne.

Secondo la legge i requisiti contributivi andrebbero adeguati in base all’aspettativa di vita; per ora, e grazie alla Legge di Bilancio 2019, questi requisiti sono stati cristallizzati.

Chi ricade nel sistema contributivo puro, quando può anticipare la pensione?

Chi ha iniziato a contribuire dopo il 1° gennaio 1996 ha anche la possibilità di accedere alla “pensione anticipata contributiva”, cioè a quel trattamento pensionistico richiedibile:

  • al raggiungimento di 64 anni di età anagrafica;
  • alla maturazione di 20 anni di contributi effettivi;
  • quando l’assegno pensionistico sia 2,8 volte superiore a quello dell’assegno sociale.

Come richiedere la pensione anticipata?

Per richiedere la pensione anticipata bisogna sapere che è necessario:

  • cessare il rapporto di lavoro, se si è un lavoratore dipendente;
  • verificare di aver raggiunto i requisiti contributivi richiedendo l’estratto conto contributivo (dal sito INPS);
  • presentare la domanda di pensione all’INPS online, telefonicamente o tramite un patronato.

Quando si riceve il primo assegno pensionistico?

Chi ha maturato i requisiti contributivi dopo il 30 gennaio 2019 riceverà il primo assegno pensionistico, dopo aver mandato la domanda di pensione, una volta trascorsi 3 mesi dalla maturazione dei requisiti.

 

Leggi anche:
5 “trucchi” per andare in pensione prima nel 2021: i requisiti
Pensioni, i principali trattamenti pensionistici nel 2021

La tua opinione ci sta a cuore. Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Contattaci.

Articoli correlati

Ultimi articoli