L’assistenza sanitaria offerta dal Fondo Est

L'assistenza sanitaria offerta dal Fondo Est

(foto Shutterstock)

Servizi sanitari, visite mediche e specialistiche gratuite o a prezzi convenzionati per lavoratori commercio, turismo, servizi e pubblici esercizi

Milioni di lavoratori hanno diritto a visite gratis offerte dal Fondo Est, uno dei più importanti fondi di assistenza integrativa.

Si tratta di prestazioni sanitarie che si aggiungono alla retribuzione e agli istituti tipici dei rapporti di lavoro. Si possono richiedere rimborsi o sostenere gratuitamente visite specialistiche e diagnostiche, frequentare percorsi riabilitativi e fisioterapici, e molto altro.

Banner Banner

Chi può usufruire dei servizi?

Hanno diritto ad accedere all’offerta tutti coloro che lavorano per aziende che applicano i contratti collettivi del commercio e del terziario, dei pubblici esercizi e della ristorazione collettiva, della distribuzione moderna organizzata e di molti altri settori.

L’azienda ha l’obbligo di iscriversi se applica uno dei contratti collettivi che aderiscono al Fondo.

Visite specialistiche e diagnostiche

Tra le prestazioni sanitarie offerte ci sono innanzitutto le visite diagnostiche e quelle specialistiche prescritte dal proprio medico curante.

Tra le visite diagnostiche si possono citare, per esempio, gli esami radiologici, la mammografia, varie tipologie di ecografia, le risonanze magnetiche, tutti i tipi di biopsia.

Chemioterapia e dialisi

L’assistenza sanitaria copre anche le cure per i lavoratori colpiti da patologie oncologiche. Rientrano nell’offerta tutte le spese per chemioterapia, radioterapia e dialisi, nonché i costi per l’acquisto di farmaci chemioterapici e antineoplastici.

Fisioterapia e riabilitazione

Sono ricompresi nell’offerta sanitaria i percorsi fisioterapici e riabilitativi. Tra questi, si può ricordare la fisioterapia resa necessaria dopo un infortunio sul lavoro.

La riabilitazione, invece, può essere richiesta in seguito a determinate patologie, come – ad esempio – il tunnel carpale e tarsale, la borsite della spalla e molte altre patologie degli arti inferiori e superiori. 

Carrozzine, protesi e mezzi di deambulazione

Può essere richiesto il rimborso per l’acquisto e il noleggio di carrozzine e per altri ausili ortopedici (es. scarpe ortopediche, ginocchiere, cavigliere, plantari etc).

Anche l’installazione di sollevatori mobili, a soffitto, sali/scendi può essere rimborsata dal Fondo. Tutte queste spese vengono rimborsate all’80% e nel limite annuo di 3.000 euro.

Lenti e occhiali

Una volta ogni tre anni, il lavoratore può chiedere il rimborso anche per l’acquisto di lenti e occhiali. In questo caso il limite massimo di rimborso è pari a 90 euro.

Come accedere ai servizi sanitari?

Il lavoratore ha diverse opzioni per poter usufruire delle prestazioni sanitarie agevolate offerte dal fondo.

Può prenotare e sottoporsi alla visita medica presso le strutture della sanità pubblica, oppure, può accedere alle strutture private convenzionate.

In questo caso, prima della visita, è necessario contattare il centralino del Fondo Est (06-510311) o accedere alla propria pagina personale MyFondoEst e richiedere la prenotazione visitando la sezione “Prenota una prestazione presso una struttura convenzionata”.

Come funziona il rimborso delle visite mediche

Ci sono due modalità per usufruire delle prestazioni sanitarie: accedere gratuitamente o a prezzi scontati presso una struttura convenzionata oppure  visitare una struttura non convenzionata e chiedere il rimborso in seguito. 

Nel caso di una struttura convenzionata, il lavoratore non paga nulla perché il costo della prestazione è pagata direttamente dal Fondo.

Invece, nel caso di ticket per una visita presso una struttura pubblica o per una prestazione erogata da una struttura non convenzionata, il lavoratore anticipa il costo e deve chiedere il rimborso.

Il rimborso può essere richiesto o caricando i documenti sulla propria posizione personale online di MyFondoEst o spedendoli per posta all’ufficio liquidazioni (Roma – Via Cristoforo Colombo n. 137).

Alcune prestazioni sanitarie possono essere utilizzate solo attraverso strutture convenzionate (ad esempio le prestazioni specialistiche odontoiatriche), mentre altre possono essere usufruite in entrambe le modalità.

Su sito del Fondo Est si possono trovare tutti gli approfondimenti sui limiti di spesa annuali e sulle modalità di prenotazione e rimborso per ciascuna tipologia di servizio.

Chi finanzia i servizi

I servizi sono finanziati grazie ai contributi versati dalle aziende. Infatti, le società che applicano i contratti collettivi indicati in premessa hanno l’obbligo di pagare annualmente i contributi, per la propria quota e per quella a carico del dipendente 

L’ammontare della quota, a carico del datore e del dipendente, è stabilito dai singoli contratti collettivi che aderiscono al Fondo.

 

 

Leggi anche:

Che cos’è il Fondo Est?

Articoli correlati

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gratuitamente le ultime novità, le storie e gli approfondimenti sul mondo del lavoro.

Se vuoi proporre temi o raccontare storie di lavoro, saremo contenti di ascoltarti. Dato che siete in moltissimi a scriverci, non tutti riceveranno una risposta personalizzata ai propri quesiti. Ogni mese, però, sceglieremo un intervento a cui daremo seguito direttamente sul nostro sito: aspettiamo il tuo contributo!

Articoli correlati

Ultimi articoli